Uno scialbo pari fa da cornice allo scontro salvezza della 33esima giornata di serie B tra Padova e Cosenza, con i padroni di casa che mancano l’appuntamento con una vittoria che sarebbe stata fondamentale in ottica salvezza. Ospiti che continuano invece a galleggiare appena sopra la zona “rossa” e che fin dalle prima battute sembrano essere arrivata all’Euganeo col chiaro intento di non perdere la gara.

Spinta dalla classica forza della disperazione, il Padova parte fin da subito a testa bassa per cercare il goal che indirizzerebbe la partita sui giusti binari. L’intento però si scontra fin da subito con la difesa dei calabresi, bravissimi a fare filtro e a sterilizzare le avanzate degli uomini di Mazzocco e ad addormentare il ritmo del gioco. I ragazzi di Tutino non si fanno mai vedere dalle parti di Minelli, mentre Perina dal canto suo è costretto a sbrogliare diverse situazioni intricate in area, salvandosi un po’ per bravura e un po’ per l’atavica inconcludenza offensiva del Padova. In questo mesto clima agonistico la noia la fa da padrona e anche sugli spalti i tifosi si adeguano al sonnecchiante contesto odierno. I supporter di casa non hanno nemmeno le forze per continuare la contestazione scaturita in settimana e che ha portato al ritiro punitivo del Padova, sempre più vicino ad una clamorosa retrocessione in Lega Pro. Tra gli sbadigli dei presenti si va dunque al riposo col risultato inchiodato sullo 0-0.

Al fischio d’inizio della ripresa, il leitmotiv della sfida resta tale e quale ai primi 45 minuti di gioco, con gli attaccanti del Padova che cercano, con azioni a dir la verità con poco costrutto, di sbloccare gara e apatia e con gli ospiti che invece controllano senza particolari affanni limitandosi ad una manovra orizzontale priva di mordente ma perfettamente in linea con l’andamento di questa ultima parte di stagione. Mazzocco si sbraccia in panchina per cercare di cambiare l’inerzia della gara ma la latitanza offensiva del Padova si conferma solidissima e si arriva mestamente allo 0-0 che tutti dopo pochi minuti avevano ipotizzato. Un pareggio che muove la classifica del Cosenza, che sale a 39 a pochissimi punti dalla certa permanenza nel campionato cadetto, mentre inguaia in maniera quasi decisiva il Padova, fermo a quota 25 punti e fanalino di coda di un torneo che mai realmente l’ha visto protagonista. Mazzocco ha poco da stare allegro: contestazione e tracollo non accennano a terminare.

TABELLINO

PADOVA – COSENZA 0-0

PADOVA (4-3-3): Minelli; Madonna, Cherubini, Ravanelli, Ceccaroni; Lollo (36′ st Cocco), Calvano, Pulzetti (25′ st Capello); Clemenza (15′ st Bonazzoli), Mbakogu, Mazzocco

Allenatore: Centurioni

COSENZA (4-1-4-1): Perina; Bittante (6′ st D’Orazio), Dermaku, Anibal, Legittimo; Palmiero (37′ st Schettino); Embalo (15′ st Litteri), Bruccini, Sciaudone, Báez

Allenatore: Braglia

Allenatore: Serra

Ammoniti: Calvano, Ravanelli, Litteri

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.