Sassari campione
La Dinamo batte Venezia dopo un supplementare.

E’ la Dinamo ad alzare la Supercoppa 2019, prendendosi la rivincita contro i campioni d’Italia di Venezia. Ancora i supplementari per i sardi, ancora una volta la vittoria. Una partita non bellissima per tre quarti che si è accesa nei supplementari dove è stata battaglia. Jerrels Mvp ed inutile la prestazione di Chappel, trascinatore nella rimonta di Venezia.

Un primo tempo da incubo per i Campioni d’Italia in carica che non solo subiscono pesanti parziali dai sardi ma che si trovano anche a dover rinunciare, a fine primo quarto, a Daye, espulso dopo un fallo fischiato per flopping che, dopo il precedente antisportivo, comporta l’esclusione immediata dalla partita. Non solo Daye la causa del passivo ma anche una Sassari determinata e lucida che sa come difendere e segnare, trascinata da un Jerrels inarrestabile. Si va al riposo sul 41-24, che la dice lunga sulla presenza mentale delle due squadre in campo.

Jerrels vince il premio Mvp
Grande prestazione di Jerrel, che vince il premio Mvp (foto Lba)

In una Finale del genere, non possiamo non tenere conto sia del fatto che sia il primo appuntamento stagionale, sia che le squadre hanno giocato il giorno prima le semifinali…e che partite sono state! La Dinamo costretta ai supplementari da Cremona, ha sulle gambe quei cinque minuti di intensità dei quali avrebbe fatto volentieri a meno. La Reyer dal canto suo si è trovata a dover rincorrere una Brindisi sostenuta dall’energia di un pubblico accorso numerosissimo a Bari. Dopo un primo quarto finito 19-6 per i pugliesi, lentamente i veneti hanno recuperato per arrivare nei minuti conclusivi ad un testa a testa risolto a proprio favore tra mille polemiche per le contestate decisioni arbitrali.

E il recupero sembra essere nel dna dei lagunari che cominciano il secondo tempo sul -20 per arrivare a 10″ dal termine della frazione praticamente a due possessi di distanza prima che Gentile con un tiro da tre ed Evans con un canestro con fallo, riportino in doppia cifra il vantaggio dei Sardi. Protagonista del quarto, uno stratosferico Chappel che, per rendere dimostrative le cifre, chiude il terzo periodo con un totale di 3/5 da 3pt mentre il resto della squadra è ferma sullo 0/11.

In apertura di ultimo quarto, Venezia parte a razzo con un 7-0 di parziale che li riporta ad un possesso di distanza. Sassari appare stanca e perde lucidità. Il canestro di Evans da un pò di fiato ma Filloy non ne vuole sapere di mollare e con tre lberi porta il suo bottino personale nel quarto di 8 punti e Venezia a -2. A metà quarto arriva la parità. La stanchezza si fa sentire, le difese si allargano e alcuni errori sono macroscopici. Il punteggio rimane basso ma una volta raggiunta la Dinamo, la Reyer si spegne e smette di segnare per due minuti, due minuti nei quali i sardi trovano un paio di canestri che li riporta avanti di quattro a 3’00” dalla fine (64-60).

A 50″ dal termine, è ancora Filloy a trovare un canestro da tre e a portare in vantaggio Venezia di due, subito pareggiati da Jerrels. A 19.9″ il possesso è per Venezia ma lotta è furente e, di fallo in fallo senza che le squadre siano in bonus, si arriva all’overtime. E’ Bramos, dopo quasi due minuti di gioco, a trovare il primo canestro del supplementare ed il +3. Nell’azione successiva, ennesimo rimbalzo offensivo di Sassari con fallo di Bramos che è costretto ad uscire per cinque falli. Alla bomba del pareggio di Vitali, risponde Chappel con un canestro + fallo. Ora la partita si accende, ogni palla pesa quintalate. Le due squadre sono ormai in bonus e a 90″ dal termine comincia la danza dei liberi e a ballare alla perfezione è Mclean che fa un 2/2 che riporta le due squadre a braccetto per l’ultimo giro d’orologio.

Pasticcia Venezia nell’azione successiva e Mclean sfida in palleggio la difesa avversaria avvicinandosi al canestro per scaricare lontano su Vitali che la butta dentro per il +3. Vidmar accorcia quando i secondi dalla fine sono 29″. Jerrels non cerca di tenere palla fino ai 24″, cerca la penetrazione e sbaglia, sulla ripartenza perde palla Venezia che è costretta a mandare in lunetta Pierre che, con sangue freddo, fa 2/2. Ha 6″ Venezia per cercare un tiro da tre. Jerrels chiude come ha aperto, ovvero in maniera fantastica e ruba palla. Partita finita, Sassari porta di nuovo a casa la Supercoppa!

Nel tabellino, spicca per i campioni la prova dell’Mvp Jerrels, con 19 punti e 4/6 da 3pt. In doppia cifra anche Pierre (14pt) e Mclean (13pt). Da menzionare anche Evans, con 9 punti ed 8 rimbalzi. A Vitali il titolo di Miglior Difensore.

Per Venezia invece, Chappel (19pt e 3/5 3pt) sugli scudi e Filloy (13pt, tutti dall’ultimo quarto). Per Bramos, 15 punti e 7 rimbalzi, gli stessi di Vidmar che mette a referto, come anche Watt, 11 punti. Spicca il 7/32 da tre punti, dei quali 5 canestri sono stati fatti dalla coppia Chappel/Filloy. Per gli altri un magro 2/23.

Sassari vince la Supercoppa 2019
La Dinamo alza la Coppa! (foto Lba)
Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.