Non si fanno male Torino e Verona nella gara andata in scena stasera alle 21:45 allo stadio Olimpico di Torino. Nelle formazioni delle due squadre non ci sono novità rispetto alle anticipazioni della vigilia. Longo conferma la coppia goal Zaza-Belotti con Verdi a supporto, Juric, fresco di rinnovo fino al 2023, lancia il tridente Verre-Salcedo-Borini. Il Toro, con sei punti di vantaggio sul Lecce terz’ultimo, dovrà chiudere i conti nel prossimo turno con la Spal.

Il primo tempo

Dopo pochi minuti dall’inizio della gara, Longo deve correre già ai ripari: dopo un contrasto aereo De Silvestri si fa male alla spalla e viene sostituito da Aina. Il primo quarto d’ora è molto equilibrato anche se è evidente la sensazione che il Verona abbia qualcosa in più. La prima occasione arriva infatti al minuto 18 quando dopo una bella triangolazione a sinistra Verre tira a botta sicura: Bremer e Sirigu salvano clamorosamente. Longo intanto sprona i suoi, lenti nella manovra e in difficoltà a raggiungere le punte (male Zaza). Unico episodio degno di nota di marca Torino è un presunto fallo da rigore Rrahmani su Belotti: l’arbitro lascia correre senza consultare il VAR. Il primo tempo si conclude con due occasioni degli ospiti. Tiro di Salcedo salvato da N’Koulou e un destro di Lazovic di poco fuori. Si va al riposo con uno zero a zero che sta stretto agli scaligeri.

Il secondo tempo

La ripresa riparte esattamente come la fine della prima frazione. Il Verona parte fortissimo e dopo dieci minuti il VAR punisce col rigore una gomitata di Nkoulou su Borini. E’ proprio l’ex Milan a presentarsi dal dischetto che sigla l’uno a zero spiazzando imparabilmente Sirigu.

Sbloccato il risultato, il Verona gestisce molto bene il pallone facendo innervosire molto i padroni di casa, che in pochi minuti raccolgono parecchi cartellini gialli. Longo cerca di correre ai ripari inserendo Berenguer per Lyanco e passando ad un offensivo 4-2-4. La mossa da subito i suoi frutti. Zaza incorna alla grande su un cross di Ansaldi e pareggia con un bellissimo colpo di testa (67′). E’ l’episodio che cambia la partita: il Torino comincia a caricare a testa bassa e va vicino al goal con Belotti, il cui tap-in viene miracolosamente salvato da Silvestri. Nel recupero è sempre il Gallo a colpire una clamorosa traversa con una bella girata di testa. Finisce qui. Il Verona tiene il punto con i denti, il Torino a Ferrara dovrà cogliere il match-ball salvezza.

Torino-Verona 1-1: il tabellino

Marcatori: st 12′ Borini (V); st 22′ Zaza(T)

Ammoniti: pt 39′ Empereur (V); pt 40′ Lyanco (T); st 11′ Nkoulou (T); st 15′ Zaza (T); st 15′ Verdi (T); st 44′ Eysseric (V)

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco (st 21′ Berenguer), Nkoulou, Bremer; De Silvestri (pt 14′ Aina), Meite, Rincon, Ansaldi; Verdi; Zaza, Belotti. A disp. Ujkani, Rosati, Singo, Greco, Edera, Millico, Ghazoini, Celesia, Adopo. All. Longo.

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Empereur; Faraoni, Pessina, Veloso, Lazovic (st 34′ Di Marco); Borini (st 34′ Stepinski), Verre (st 6′ Eysseric); Salcedo (st 20′ Zaccagni). A disp. Berardi, Radunovic, Lovato, Badu, Di Carmine, Bocchetti, Felippe, Terracciano. All. Juric.

Arbitro: Valeri di Roma (ass. Alassio-Rossi; IV uomo: Fourneau; VAR: Pasqua, AVAR: Lo Cicero)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20