(Mandatory Credit: Peter Casey-USA TODAY Sports)

UFC Fight Night 169 ha visto crollare, per la terza volta nella sua carriera, Joseph Benavidez di fronte a quello che ormai è divenuto per lui un miraggio, ovvero il titolo dei pesi mosca. Deiveson Figueiredo aveva l’obbligo morale, dopo aver mancato il peso della propria categoria, di onorare l’ottagono e il pubblico di Norfolk con una grande prestazione. Così è stato.

Un evento pieno di KO/TKO ben sei e tanto spettacolo. Luis Pena, Kyler Phillips, Gabriel Silva, Spike Carlyle sono alcuni dei nomi che hanno reso estremamente appassionante questa Fight Night che è riuscita a superare ogni più rosea aspettativa.

UFC Fight Night 169 - Deiveson Figueiredo KO Joseph Benavidez
La precisione di Deiveson Figueiredo (pantaloncini gialli) ai danni di Joseph Benavidez (pantaloncini neri)

Deiveson Figueiredo rovina la festa…

Per la comunità delle MMA è stato un momento drammatico, quando nel secondo round, il violento diretto destro di Figueiredo ha letteralmente abbattuto Benavidez. Nella nostra anteprima avevamo anticipato, l’estremo e atipico per la categoria, KO power di Deiveson. Ma Joseph è sembrato accecato, bramoso di mettere le mani sulla cintura, prendendosi rischi davvero spropositati alla ricerca del knock-out.

Deiveson contro ogni pronostico, nonostante il taglio del peso mancato, vince per TKO!!!

Le azioni di Joseph Benavidez sembravano cariche di rabbia, poco studiate. Deiveson ha preso le misure nel primo round, incassando parecchi colpi, ma rendendosi pericoloso in uno scramble a terra ed anche iniziando a pungere con il jab ed anticipare ogni velleità di Joseph. Nel secondo round, Benavidez ha pagato questo suo atteggiamento frenetico, poco calcolatore, subendo il gioco di rimessa di un killer come Deiveson che alla prima vera opportunità ha letteralmente steso il suo avversario.

Se da una parte per il brasiliano questa vittoria può far crescere dei rimpianti, visto il mancato raggiungimento del peso di categoria che gli ha impedito di combattere per il titolo. Dall’altra con una vittoria del genere è chiaro come sia lui l’uomo da battere nei pesi mosca, dopo una finalizzazione del genere ai danni del numero uno del ranking di categoria.

Joseph Benavidez si trova invece a fronteggiare un incubo. I fantasmi di una grande carriera fatta di rispetto e di battaglie, ma mai coronata con l’oro, si sono presentati nuovamente nell’ottagono. Questa volta in modo ancora più drammatico, inatteso e incredibilmente crudele. Chissà se anche stavolta, Joseph riuscirà ad aggrapparsi a quella sua resilienza mentale che gli ha permesso di affrontare molte delle avversità della sua lunga carriera.

UFC Fight Night 169 - Kyler Phillips
Kyler Phillips (guanti blu) in una fase dell’incontro contro Gabriel Silva (Mandatory Credit: Peter Casey-USA TODAY Sports)

UFC Fight Night 169 – Tutti i risultati

Tutti stavano aspettando Felicia Spencer e come visto nel main event la pressione può giocare brutti scherzi. Ma Felicia è riuscita a dimostrare la sua forza, la sua volontà d’animo e con un TKO brutale è riuscita a far risuonare il suo nome. Entrando così di diritto nel gruppo di combattenti pronti a sfidare la regina Amanda Nunes nei pesi piuma.

Jordan Griffin non lascia scampo a TJ Brown

L’arbitro Kevin MacDonald nell’incontro tra Ion Cutelaba e Magomed Ankalaev combina un pasticcio in uno dei match più attesi della card, scatenando le ire di tutto il pubblico di Norfolk. Decide di fermare l’incontro dopo circa 38 secondi. Ion subisce un calcio che lo fa barcollare. Frastornato continua a combattere rimanendo in piedi e rispondendo agli attacchi di Magomed Ankalaev. Nel mezzo di scambi tanto feroci quanto dettati dallo spirito di sopravvivenza più che dalla tecnica, l’arbitro decide di sospendere l’incontro dichiarando la vittoria per TKO di Ankalaev.

Cutelaba reagisce immediatamente alla decisione arbitrale, quasi stesse fingendo di essere stordito per attirare su di sè Magomed. Una decisione quella dell’arbitro davvero sprovveduta e senza precedenti, visto che l’incolumità di Ion non sembrava essere a rischio ed inoltre stava rispondendo con veemenza alla pressione di Ankalaev. Abbiamo l’impressione, ma anche la speranza, che rivedremo presto questi due nell’ottagono per un rematch che sarà a questo punto, ancora più carico di agone.

Luis Pena come al solito folle e spettacolare

Kyler Phillips e Gabriel Silva danno vita ad un incontro entusiasmante che si guadagna giustamente il titolo di Fight of the Night. Luis Pena dimostra ancora una volta di essere un fighter da main card non solo per il personaggio che rappresenta, ma anche per quella adrenalina che inevitabilmente porta dentro l’ottagono. Sentiremo sicuramente parlare dell’esordiente Spike “Alpha Ginger” Carlyle, per le sue movenze e il suo stile all’interno dell’ottagono, ma soprattutto perché sembra essere uno di quei tipici personaggi che diventano automaticamente fan favorite.

UFC Fight Night 169 – Main Card

  • Deiveson Figueiredo sconfigge Joseph Benavidez via TKO (secondo round)Il titolo dei pesi mosca resta vacante
  • Felicia Spencer sconfigge Zarah Fairn via TKO (primo round)
  • Magomed Ankalaev sconfigge Ion Cutelaba via TKO (primo round)
  • Megan Anderson sconfigge Norma Dumont via KO (primo round)
  • Grant Dawson sconfigge Darrick Minner via sottomissione (rear naked-choke – secondo round)

UFC Fight Night 169 – Preliminari

  • Kyler Phillips sconfigge Gabriel Silva via decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Brendan Allen sconfigge Tom Breese via TKO (primo round)
  • Marcin Tybura sconfigge Serghei Spivac via decisione unanime (30-27, 30-27, 29-28)
  • Luis Pena sconfigge Steve Garcia via decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Jordan Griffin sconfigge TJ Brown via sottomissione (ghigliottina – secondo round)
  • Spike Carlyle sconfigge Aalon Cruz via TKO (primo round)
  • Sean Brady sconfigge Ismail Naurdiev via decisione unanime (29,27, 29-28, 30-27)

Bonus:

  • Fight of the Night: Kyler Phillips Vs Gabriel Silva (entrambi i combattenti vengono premiati con $ 50,000)
  • Performance of the Night : Jordan Griffin e Megan Anderson (entrambi i combattenti vengono premiati con $ 50,000)
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20