L’idea di Lee Iacocca: la Ford Mustang

Nel 1959 la la causa automobilista Ford è in seria difficoltà finanziaria. Due sono le motivazioni di questa forte crisi. La prima motivazione sono gli scarsi risulti che ormai da qualche hanno a questa parte, la società automobilistica sta ottenendo. La seconda invece è la dismissione della Edsel nel 1959. Infatti il marchio automobilistico di proprietà della Ford, dopo aver ottenuto scarsi risultati, nonostante i continui investimenti, viene soppresso. Nel frattempo in questo periodo iniziano ad approdare i “Baby Boomers“. Quest’ultimi sono i giovani nati subito dopo la fine della guerra e che adesso si affacciano al “mondo dei grandi”. Questa generazione, totalmente diversa dalle precedenti, ha gusti ed esigenze diverse. Nessuna casa automobilistica ha però centrato questi bisogni. L’uomo che “capisce” questa possibile clientela è Lee Iacocca. Infatti quest’ultimo dopo una breve esperienza come ingegnere entra a far parte del settore di vendite e marketing. Nota quindi nei giovani, un bisogno di un auto “fresca” e giovanile. La Ford Mustang.

18 mesi per creare una nuova automobile

Lee Iacocca quindi porta l’idea di creare la Ford Mustang alla dirigenza. Quest’ultima però è molto riluttante, in quanto, non è propensa a buttarsi in una nuova avventura. Il manager di origini italiane però continua ad insistere. I “piani alti” vista la situazione decidono di assecondare Lee, dando però due condizioni. Iacocca ha solo 18 mesi per portare un progetto convincente e un tetto limite di fondi. L’imprenditore per cercare di non sforare né il tempo né il fondo, decide di utilizzare maggiormente componenti Ford già collaudati e in commercio. Iacocca decide di puntare di più sul design, esagerando al massimo le linee comuni e utilizzando le migliori tecnologie disponibili. Infatti esige l’utilizzo di una nuova tecnologia. Quest’ultima permette di creare superfici vetrate e curve con la totale assenza di distorsioni. L’idea di partenza è quella della già famosa Ford Falcon.

Ford Falcon
Ford Falcon

L’intento di Lee come detto prima è di esasperare le linee delle vetture già in circolazione. Infatti vuole che il telaio della Falcon sia totalmente rivisitato. L’inventore della Ford Mustang, aggiunge anche un innovativo sistema strutturale, detto Torque Box. Quest’ultimo permette di incrementare la rigidità, la solidità e la maneggevolezza della vettura.

17 aprile 1964: la Ford Mustang viene alla luce

Lee propone la Ford Mustang ai dirigenti che ne solo piacevolmente colpiti. L’automobile viene presentata poi il 17 aprile 1964 al New York Fair. La presentazione è un successo straordinario. Un numero enorme di persone viene a visionarla. Gli ammiratori sono così tanti che due giorni dopo sono costretti a mandarlo in onde su tre televisioni differenti. Il successo è indiscusso e la Ford è pronta ad aprire i battenti per venderla. Durante il primo giorno in concessionario della Ford Mustang ne vengono venduti 22.000 esemplari. L’auto viene acquistata anche da moltissime donne, infatti l’intento di Lee è proprio questo. La Ford Mustang deve essere un auto per tutti i giovani, elegante per le donne e potente per gli uomini. Lee Iacocca infatti esige che nel primo spot pubblicitario ci siano delle donne a presentarla. Il suo intento è dimostrare che è stata creata per loro, non deve essere solo degli uomini.

Ford Mustang: la prima pubblicità
Ford Mustang: la prima pubblicità
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20