Rafael Benitez: l’uomo di Madrid

Rafael Benitez nasce a Madrid il 16 aprile del 1960. Il ragazzo inizia a giocare a calcio fin da giovane, riuscendo ad entrare nelle giovanili del Real Madrid. Rafa però non riesce a raggiungere la prima squadra e viene rilegato a giocare nel Castilla. Il classe 1960 dopo svariati infortuni decide di ritirarsi e dedicarsi alla carriera da allenatore. All’età di 26 anni entra a far parte dello staff tecnico del Real Madrid. Rimane nelle giovanili dei blancos fino al 1991, dopo aver ottenuto il patentino diventa l’allenatore dell’Under 19 del merengues. Nella stagione 1995/1996 ottiene il suo primo incarico come allenatore fuori dall’area del Real Madrid. La squadra che lo ingaggia è il Real Vallaloid, dopo 23 partite viene esonerato, essendo ultimo in classifica e avendo vinto solo due partite. Nella stagione successiva passa all’Osasuna, in seconda serie spagnola. L’avventura termina solo dopo nove gare in dopo le quali viene esonerato. Nel 1997 diventa il tecnico dell’Extremadura con la quale riesce a centrare la promozione in Liga. La stagione successiva però non riesce a salvarsi e retrocedono perdendo la partita finale ai Play-out. In seguito a questa esperienza viene esonerato e decide prendersi un periodo di pausa. Rafael Benitez inizia ad osservare gli schemi del Manchester United e dell’Arsenal. Nel frattempo inizia a lavorare come commentatore e come analista, per varie reti spagnole. Rafa dopo questo periodo ottiene una panchina al Tenerife con la quale centra nuovamente la promozione.

Rafa porta il titolo a Valencia

Nell’estate del 2001 Rafael Benitez prende il timone del Valencia. Il primo periodo il Valencia ottiene delle buone prestazioni. Nella seconda parte della stagione Rafael Benitez, compie il suo capolavoro. Il tecnico di Madrid cambia modulo e passa dal 4-4-2 al 4-2-3-1, iniziando ad utilizzare una mentalità aggressiva con un pressing altro. Grazie al cambio di modulo il Valencia riesce a vincere la Liga, riportando il titolo a Valencia dopo 31 anni. La stagione successiva non riesce a fare il bis, ottenendo una quinta posizione che vale la Coppa Uefa. Nella stagione successiva guida il Valencia al sesto titolo nazionale, e conquistando nel contempo la Coppa UEFA. Rafael Benitez ottiene il premio allenatore dell’anno dalla Uefa per la stagione 2003-2004.

Valencia, Rafael Benitez
Valencia, Rafael Benitez

Il rivoluzionario Liverpool di Rafael Benitez

Nel 2004 Rafael Benitez arriva a Liverpool. L’arrivo del tecnico spagnolo è sinonimo di cambiamento. Infatti Rafa spinge Steven Gerrard a rimanere ai Reds e spinge per l’acquisto di Xabi Alonso e di Luis Garcia. Durante la prima stagione in Premier League, ottiene un quinto posto in Premier League. La grande festa però arriva in occasione della finale di Champions League. I Reds si trovano di fronte il Milan di Carlo Ancelotti. I rossoneri super favoriti alla fine del primo tempo sono avanti 3-0. Nella seconda parte della partita Rafael Benitez, cambia le carte in tavola. Decide di far entrare Šmicer (entrato nel primo tempo) e Hamman (entrato nella ripresa). Caambio di posizione di Gerrard (più a destra in un ruolo di mezzo tra il terzino e il mediano). Questa stagione permette si che Rafa possa vincere il premio allenatore dell’anno. Nella stagione successiva vince la FA Cup, la Supercoppa Europea e totalizza un terzo posto. Il 2006/2007 si apre con l’arrivo di Javier Mascherano che stravolge tatticamente il Liverpool. Durante quest’annata la squadra di Rafael Benitez vince la Community Shield e ottiene un terzo posto. I Reds arrivano nuovamente in finale di Champions League, ma escono sconfitti dai rossoneri del Milan che ottengono la loro vendetta. La stagione successiva Rafa Benitez richiede il miglior attaccante in circolazione. Nell’estate del 2007 Fernando Torres approda a Liverpool.

Liverpool, Fernando Torres e Rafael Benitez
Liverpool, Fernando Torres e Rafael Benitez

Rafa Benitez riesce a trasformare lo spagnolo in una macchina da gol. Il Liverpool grazie ai suoi gol ottiene un secondo posto ma vengono eliminati dal Chelsea in Champions League. Nell’ultima stagione Rafa ottiene un settimo posto ed è sconfitto dall’Altletico Madrid in semifinale di Europa League.

Liverpool, Rafael Benitez
Liverpool, Rafael Benitez

Le parentesi in giro per l’Europa

Nel giugno del 2010 Rafael Benitez diventa l’allenatore dell’Inter. L’esperienza però è breve, nella quale nonostante ciò riesce a portare a casa la Supercoppa italiana e la Coppa del Mondo per club. Il 23 dicembre Rafa Benitez viene sostituto da Leonardo, in quanto è a più di 10 punti dalla vetta del campionato. Sempre nel dicembre però di due anni dopo, il Chelsea chiama Rafa per traghettare la squadra fino a fine campionato. I tifosi non sono per nulla d’accordo del suo arrivo, infatti lo criticano e insultano con striscioni. Il Chelsea campione in carica, viene eliminato ai gironi dalla Champions League. Chiude l’anno al terzo posto e vincendo l’Europa League. Rafa diventa uno degli unici tre tecnici a vincere il trofeo con due squadre diverse. Nel maggio del 2013 diventa l’allenatore del Napoli. Cambia radicalmente la squadra imponendo il suo solito 4-2-3-1 (con qualche difficoltà a piazzare Hamsik). Nella prima stagione, come suo solito, vince la Coppa Italia e ottiene un terzo posto. Rafael Benitez ottiene anche il riconoscimento per aver disputato 100 partite in Champions League. L’annata successiva vince la Supercoppa Italiana ottenendo gran prestigio fra i suoi tifosi. L’annata però è complessivamente familiare in quanto ottiene solo un quinto posto. Alla fine della stagione decide di lasciare Napoli e nello stesso giugno si trasferisce al Real Madrid. I risultati ed il rapporto con i tifosi fanno si che a gennaio venga esonerato.

La promessa al Newcastle United e la Cina

Nel marzo del 2016 il Newcastle United lo ingaggia, per sole 10 partite, per cercare di salvare la squadra. Rafael Benitez però non ci riesce e retrocedono con una giornata di anticipo. La società però gli offre lo stesso il contratto di un anno e lui promette di tornare in massima serie. La promessa è mantenuta e riesce a vincere la Championship.

Newcastle United, Rafael Benitez
Newcastle United, Rafael Benitez

Il Newcastle United vuole rinnovargli il contratto ma lui rifiuta e lascia la squadra. Il 2 luglio passa al Dalian Yifang con un contratto da 13,5 milioni di euro l’anno.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20