Coppa del mondo di rugby 2019
Coppa del mondo di rugby 2019: Foto via Twitter @rugbymugello
Scatta in Giappone la rassegna mondiale della palla ovale. La selezione italiana è in buone condizioni, ma il girone è assai duro

Coppa del mondo di Rugby 2019 –

Parte oggi venerdì 20 settembre la Coppa del mondo di Rugby 2019. La rassegna iridata sarà ospitata dal Giappone, primo paese asiatico nella storia ad organizzare tale evento. Per gli appassionati l’attesa è alle stelle, gli impianti e tutta la rete organizzativa sono già operativa: si freme per l’inizio.

Questo Mondiale girerà per 12 città nipponiche, fino alla finale del 2 novembre che si terrà a Yokohama. La partita inaugurale vedrà affrontarsi proprio i padroni di casa e la Russia all’Ajinomoto Stadium di Tokyo.

Prima dell’inizio delle ostilità ci sarà la consueta cerimonia d’apertura, a cui prenderà parte anche un rinomato gruppo di acrobati giapponesi.

Saranno 48 le gare sul palinsesto, con 20 nazioni partecipanti, tra cui ovviamente l’ Italia. Infatti anche nel nostro paese il rugby è uno sport che sta vivendo una diffusione clamorosa, e i progressi fatti nel tempo dalla nostra nazionale ne sono la conferma.

I ragazzi allenati dall’irlandese Conor O’Shea sono inseriti nel raggruppamento B. Il morale è alto, gli addetti ai lavori parlano anche di una condizione fisica eccellente. Gli azzurri potranno essere sicuramente una mina vagante della competizione, ma accedere ai quarti di finale – passano solo le prime 2 – pare già un’impresa.

Infatti oltre a Namibia e Canada, il team italiano dovrà affrontare anche due superpotenza del rugby mondiale come Sud Africa e Nuova Zelanda. Ovviamente non possono che essere loro le naturali favorite ad accedere al turno successivo.

L’esordio dell’Italia è in programma domenica 22 settembre contro la Namibia. La selezione africana sulla carta non è un avversario insormontabile, ma hanno una grande tradizione rugbistica, tanto da assumerlo come sport nazionale.

Ritornando al quadro delle favorite del torneo, gli All Blacks paiono i più accreditati alla vittoria finale. I neozelandesi vorranno di certo centrare la terza vittoria consecutiva in un Mondiale dopo i successi del 2011 e del 2015.

Già detto della pericolosità del Sudafrica, grande attenzione anche ad Australia – vice campione del mondo – Irlanda e Galles – primo posto nel Ranking –

Negli ultimi anni in tutto il globo il rugby sta avendo sempre più popolarità e questa edizione dei mondiali della palla ovale ne sarà la definitiva conferma.

In termini economici e di spettatori si prevede un seguito ancora maggiore rispetto a quello del 2015 in Inghilterra. In quell’occasione 120 milioni di persone in tutto il mondo hanno assistito alla finale tra Nuova Zelanda e Australia.

Secondo le prime indiscrezioni, in questa edizione giapponese ci si aspetta un fatturato intorno ai 3,6 miliardi di euro, con milioni di persone pronte a sedersi sulle tribune dei dodici impianti che ospiteranno le partite.

Coppa del mondo di rugby 2019 – dove guardarla in tv e streaming

Nel nostro paese sarà possibile seguire l’evento in diretta esclusiva. I diritti tv sono infatti stati acquistati dalla Rai, che trasmetterà 18 incontri su Rai2 – compresi i match dell’Italia – e Rai Sport+.

Ovviamente a causa del fuso orario la programmazione giornaliera partirà alle ore 06:00 italiane. Tuttavia per rivedere tutto ciò che è successo in replica o assistere ai match in diretta è disponibile anche la piattaforma streaming Rai Play.

Coppa del mondo di rugby 2019: CLICCA QUI per vedere risultati e classifiche

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.