Il Gran Premio di Singapore che l’anno scorso ha segnato l’inizio del declino Ferrari, con il disastroso incidente in partenza tra i due piloti della Rossa, torna questo fine settimana per confermare o ribaltare quanto visto fino a oggi nel campionato del mondo di Formula 1 2018. Un mondiale pieno di colpi di scena che vede Hamilton dominare la classifica con un distacco di ben 30 punti dal diretto avversario Sebastian Vettel, autore di un pericoloso errore nello scorso Gran Premio, a Monza.

La tensione è altissima e tutti in casa Ferrari sembrano credere che una i punti di distacco, a questo punto della stagione, siano ancora recuperabili. Dall’altro lato Lewis Hamilton con la sua Mercedes W09 sembra proiettato più che mai verso la vittoria del titolo 2018, sempre più forte mentalmente e psicologicamente.

Le porte del fine settimana di Singapore si sono poi aperte con novità importantissime sul fronte mercato: Kimi Raikkonen ha infatti annunciato, con un post sul suo profilo Instagram, la fine del matrimonio con la Scuderia Ferrari e il contratto biennale con Sauber Alfa-Romeo, scuderia con cui debuttò ben diciassette stagioni fa. Un vero e proprio scambio di sedile quello tra il finlandese trentanovenne e la giovanissima promessa Charles Leclerc, che a sua volta ha confermato il contratto in Ferrari per il 2019, al fianco del quattro volte campione del mondo Vettel.

Un cambiamento che ha già fatto molto discutere, vista la giovane età del rookie monegasco, ma che porta anche aria di freschezza a Maranello, dove gli errori dei due piloti esperti iniziano a pesare sulle sorti del mondiale.

Singapore potrebbe quindi essere l’ulteriore conferma del grande lavoro di piloti e uomini Mercedes ma potrebbe anche segnare l’inizio della rimonta Ferrari, una redenzione dopo il disastro 2017.

Il circuito cittadino potrebbe anche aiutare gli uomini in Rosso, quotati come migliori nelle ultime prestazioni di qualifica e di passo gara. La distanza con gli attuali leader del mondiale rimane bassa ma un ritorno ai circuiti in cui sarà fondamentale un assetto aerodinamico ad altissimo carico potrebbe far segnare la differenza in questa stagione.

Continua però quella che è ormai stata definita la “danza della pioggia di Hamilton” che sembra bagnare proprio i circuiti in cui la Ferrari vorrebbe alte temperature e la Mercedes appare invece in difficoltà. Budapest, ultima tappa del mondiale prima della pausa estiva, ne è stata l’esempio lampante: dopo un fine settimana che vedeva le Rosse decisamente più veloci, un’ora di pioggia al momento della qualifica ha cambiato le carte in tavola, regalando la pole position al britannico.

Il meteo di questo fine settimana sembra proprio sorridere a Hamilton, re dei giri veloci sotto la pioggia, e preannuncia un fine settimana piuttosto bagnato: modeste precipotazioni per le FP1 del venerdì, cielo schiarito per la sera con le FP2 molto probabilmente asciutte, qualche nuvola incombente per le FP3 del sabato e probabile cielo sereno per le 21, quando avranno luogo le qualifiche. Tantissima umidità, temperature molto alte e un buon rischio di pioggia sono invece le caratteristiche che definiranno la giornata di domenica, un grande interrogativo per le scuderie ma anche una prova dal punto di vista fisico per i piloti, in una corsa molto lunga e sempre faticosa.

Grande attenzione sempre puntata sulla scelta delle mescole Pirelli portate dai Team per il weekend: per il primo GP asiatico dell’anno l’azienda italiana ha messo a disposizione le mescole soft, ultrasoft e le hypersoft, che tornano dopo aver fatto il loro ingresso nei fine settimana di Monaco e Canada. Le gomme “rosa” presentate quest’anno, sono le più prestazionali in assoluto ma sono anche quelle che presentano il degrado più rapido. Condizioni da non sottovalutare in una pista come Singapore, che vanta il maggior numero di curve, ben 23, e che quindi pone le gomme in una condizione di lavoro costante.

Dopo il grande successo già riscontrato con la mescola Hypersoft, la Ferrari punta prepotentemente su risultati prestazionali, portando a Singapore ben 9 treni di rosa sia per Vettel che per Raikkonen. I due piloti completano la scelta con un solo treno di soft e tre di ultra. Scelta molto meno aggressiva quella delle Mercedes, che aveva riscontrato parecchi problemi con le nuove mescole, e che sbarca a Singapore con tre soft, quattro ultra e solo sei hyper. red Bull prova una via di mezzo tra le due scuderie in lotta per il mondiale: per Verstappen e Ricciardo arriveranno tre soft, tre ultra e sette hyper.

Di seguito è possibile trovare il calendario completo del weekend di gara, in esclusiva Sky, e gli orari delle differite su TV8.

ORARI DIRETTE E DIFFERITE GRAN PREMIO DI SINGAPORE:

Venerdì 14 settembre 2018:

ORE 10.30 – prima sessione prove libere Formula 1 (FP1) – diretta Sky Sport

ORE 14.30 – seconda sessione di prove libere Formula 1 (FP2) – diretta Sky Sport

Sabato 15 settembre 2018

ORE 12 – terza sessione di prove libere Formula 1 (FP3) – diretta Sky Sport

ORE 15 – qualifiche Formula 1 – diretta Sky Sport

ORE 20.00 – qualifiche di Formula 1 – differita TV8

Domenica 16 settembre 2018

ORE 14:10 – Gran Premio Formula 1 – diretta Sky Sport

ORE 21 – Gran Premio Formula 1 – differita TV8

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.