lazio coppa italia

All’Olimpico va in scena la gara di ritorno di semifinale di Coppa Italia con il derby Roma-Lazio. Dopo il successo per 2-0 dei biancocelesti nel match di andata firmato da Milinkovic-Savic e da Immobile, la Roma è chiamata all’impresa: per qualificarsi per la finale deve vincere con almeno tre reti di scarto. La Lazio ha invece il dovere di non vanificare il risultato dell’andata.

Spalletti è costretto a fare a meno di De Rossi e al suo posto schiera Paredes. Fazio, uscito dolorante dalla partita contro l’Empoli, parte dalla panchina e viene sostituito da Juan Jesus, che si inserisce in una difesa a 4 totalmente rivoluzionata dall’allenatore toscano, che vede l’ex interista al fianco di Manolas con Rüdiger ed Emerson sugli esterni. In attacco Salah, Nainggolan ed El Shaarawy supportano l’unica punta Dzeko.

Inzaghi conferma la formazione vincente dell’andata e si affida a Bastos, de Vrij e Wallace in difesa, Milinkovic-Savic, Biglia e Parolo in mediana con Lukaku e Basta sugli esterni e in attacco a Felipe Anderson a supporto di Immobile, recuperato nonostante avesse saltato la rifinitura del giorno prima per affaticamento.

I primi cinque minuti vedono un’occasione per parte: al 3’ Emerson serve Dzeko in area che solo davanti a Strakosha ha l’occasione di portare subito in vantaggio la Roma e iniziare la rimonta, ma l’attaccante bosniaco spreca malamente spedendo fuori il tiro di piatto; al 5’ Immobile viene favorito da un rimpallo su un tiro di Lulic, ma arriva sbilanciato sul pallone e col suo esterno destro non riesce a imprimere forza alla conclusione.

Al 16’ El Shaarawy effettua un traversone per Dzeko che colpisce male di testa e Strakosha fa suo il pallone senza alcun problema.

In questi primi venti minuti entrambe le squadre chiariscono le loro intenzioni. L’obiettivo della Lazio è quello di proteggere la propria porta accompagnando l’azione offensiva solo con 2-3 giocatori, mentre la Roma presenta una squadra molto offensiva, che continua a tentare di trovare il gol che sblocchi la partita, ma che rischia di farsi trovare troppo scoperta sulle ripartenze della Lazio che ha giocatori molto bravi ad attaccare in profondità.

Al 20’ El Shaarawy prova la conclusione, ma è bravo Strakosha ad allungarsi e a deviare lateralmente la palla, impedendo a Salah di arrivare sul pallone. Al 24’ bel traversone di Rüdiger per Dzeko che tira troppo debolmente e permette a Strakosha di fare suo il pallone.

I giallorossi continuano ad attaccare, ma al 37’ devono fare i conti con il vantaggio biancoceleste ad opera di Milinkovic-Savic: Alisson si supera sul tentativo di conclusione di Immobile, ma non può fare nulla sul tap-in del centrocampista serbo, lasciato completamente libero dalla difesa giallorossa. 0-1. Ora per la Roma la strada è ancora più in salita.

Al 43’ El Shaarawy approfitta di un errore di de Vrij e infila la porta di Strakosha con un piatto di prima intenzione. 1-1.

Il primo tempo finisce in parità con i giallorossi che per sperare hanno bisogno di andare a segno altre tre volte.

La ripresa inizia con un cambio per entrambe le squadre: Inzaghi manda in campo Hoedt al posto di de Vrij e Spalletti sostituisce Juan Jesus con Bruno Peres.

La Lazio è subito vicina al 2-1 al 54’ con Immobile che, costretto ad accelerare la conclusione per l’arrivo di Rüdiger, non trova la porta. L’attaccante partenopeo si fa perdonare due minuti dopo quando, lanciato a campo aperto da Milinkovic-Savic, a tu per tu con Alisson non sbaglia e segna il suo 21° gol stagionale, che vale definitivamente la finale di Coppa Italia. 1-2. A fare male ai giallorossi sono gli stessi marcatori dell’andata e l’errore madornale del comparto difensivo che ha permesso al centravanti biancoceleste di attaccare da solo tutta la metà campo.

La Roma però non si dà per vinta e al 65’ El Shaarawy cerca il fondo, si libera di Bastos, ma il suo destro piazzato si infrange sul palo. Salah ne approfitta e segna il gol del nuovo pareggio della Roma. 2-2.

All’82′ Strakosha nega alla Roma il 3-2 respingendo coi piedi un sinistro di Salah, sul quale l’egiziano poteva fare meglio. All’86’ Bastos alza sopra la traversa il tiro a porta vuota di Strootman inseritosi sul rinvio coi pugni di Strakosha che non aveva rischiato la presa sul tentativo di Dzeko.

La Roma non si arrende e cerca almeno la vittoria che arriva al 90’ grazie alla doppietta di Salah che trova il gol spedendo in rete il pallone non trattenuto da Strakosha sulla girata dal limite di Nainggolan. 3-2.

Gli ultimi due minuti vedono due notevoli occasioni per i giallorossi: la prima con Dzeko che, servito da Emerson, non dà forza e precisione al suo colpo di testa che termina a lato della porta e la seconda con Nainggolan che di sinistro spara alle stelle.

Il match di ritorno viene vinto dalla Roma, ma sono i biancocelesti a volare in finale di Coppa Italia, dove dovranno scontrarsi con la vincente tra Napoli e Juventus. La Roma ha provato fin dal principio a fare la gara, è stata caparbia nel ribaltare per due volte il risultato e a concludere in vantaggio, ma ha dovuto fare i conti con una squadra ben posizionata tatticamente che ha saputo essere cinica e sfruttare le defiances difensive giallorosse.

ROMA-LAZIO 3-2 (1-1)

MARCATORI: Milinkovic-Savic (L) 37’, El Shaarawy (R) 43’, Immobile (L) 62’, Salah (R) 66’, 90’

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Rüdiger, Manolas, Juan Jesus (46’ Bruno Peres), Emerson; Strootman, Paredes (81’ Totti); Salah, Nainggolan, El Shaarawy (71’ Perotti), Dzeko. A disposizione: Szczesny, Lobont, Vermaelen, Fazio, Mario Rui, Gerson, Grenier, De Rossi.

Allenatore: Spalletti

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij (46’ Hoedt), Wallace; Basta, Milikovic, Biglia (71’ Murgia), Lulic, Lukaku; Felipe Anderson (57’ Keita), Immobile. A disposizione: Adamonis, Vargic, Patric, Radu, Crecco, Luis Alberto, Lombardi, Djordjevic, Tounkara.

Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

AMMONITI: Nainggolan, Paredes, Lukaku per gioco scorretto, Dzeko e Felipe Anderson per comportamento non regolamentare, Perotti per simulazione

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.