Per evitare lo spettro della retrocessione, sia al Lecce sia alla Sampdoria servono i tre punti. Ad avere la meglio sono stati gli uomini di Ranieri, che passano, al Via del Mare, con il punteggio di 1-2.

Lecce in campo con il 5-3-2, già usato nella sfida contro la Juventus. Calderoni prende il posto dello squalificato Lucioni e si piazza sulla sinistra. Cambi anche a centrocampo e in attacco per Liverani, che schiera Barak e Saponara, al posto di Petriccione e Shakhov.

Ranieri schiera i suoi con il 4-4-1-1. L’ex tecnico del Leicester City fa molte più rivoluzioni rispetto al collega, cambiano sei giocatori rispetto alla sfida contro il Bologna.

FORMAZIONI

LECCE 5-3-2

Gabriel; Calderoni (dall’88’ Vera), Paz, Meccariello (dal 45′ Babacar), Donati, Rispoli; Barak, Tachtsidis (dal 45′ Petriccione), Mancosu; Saponara (dall’81’ Shakhov), Falco (dal 68′ Farias).

All. Liverani.

A disposizione: Farias, Petriccione, Vigorito, Vera, Shakhov, Colella, Babacar, Monterisi, Rimoli, Radicchio, Maselli, Sava.

SAMPDORIA 4-4-1-1

Audero; Augello (dal 76′ Murru), Colley, Yoshida, Bereszynski; Jankto (dall’84’ Leris), Ekdal (dal 76′ Vieira), Thorsby, Depaoli; Ramirez; Bonazzoli (dal 45′ Gabbiadini).

All. Ranieri.

A disposizione: Askildsen, Vieira, Murru, Falcone, Leris, Chabot, Gabbiadini, Seculin, D’Amico, La Gumina, Bertolacci, Maroni.

PRIMO TEMPO

Padroni di casa già pericolosi al 7′, con Meccariello, che stacca di testa, sul cross di Falco, e impegna Audero. Rispondono gli ospiti tre minuti dopo, con il tiro al volo di Bonazzoli. Gabriel si distende e mette la sfera in calcio d’angolo.

Dopo le occasioni dei primi dieci minuti, le due squadre non riescono più a trovare spazi e i ritmi si abbassano. Le difese di entrambe le formazioni appaiono molto attente, nella prima mezz’ora di gara, e chiudono tutte le rispettive incursioni.

Le emozioni tornano al 38′. Tachtsidis commette fallo su Jankto, in area di rigore, e il direttore di gara concede il penalty ai blucerchiati. Dopo il check al VAR, la decisione dell’arbitro non cambia e il tiro dal dischetto viene confermato. Dagli undici metri va Ramirez, che fredda Gabriel e manda in vantaggio i liguri.

La Sampdoria chiude in vantaggio il primo tempo per 0-1.
La Sampdoria chiude in vantaggio il primo tempo per 0-1.

SECONDO TEMPO

Liverani sceglie di dare più spinta all’attacco, per cercare di riacciuffare il risultato, mettendo in campo Babacar. Il cambio di modulo da i suoi frutti a inizio ripresa. Saponara viene travolto da Thorsby in area di rigore e l’arbitro assegna il calcio di rigore ai giallorossi. Mancosu, dagli undici metri, non sbaglia e ristabilisce la parità in campo.

La rete del pareggio da fiducia al Lecce, che sfiora subito il vantaggio. Al 54′ Falco prova il sinistro da fuori area e trova la pronta respinta di Audero.

Dopo lo spavento arriva la reazione degli ospiti. Il neo entrato Gabbiadini, al minuto 56, cerca la conclusione a giro. Gabriel interviene e allontana la minaccia.

I ritmi della gara calano notevolmente, fino a quando, alla Sampdoria, non viene concesso un altro calcio di rigore, al 73′. Questa volta è Paz a commettere fallo su Depaoli nell’area del Lecce. Dal dischetto si presenta di nuovo Ramirez, che batte di nuovo Gabriel e realizza la sua doppietta personale.

I padroni di casa provano a riversarsi in avanti, a caccia del pareggio. All’86’ Barak si avventa su un pallone vagante, nell’area blucerchiata, e conclude verso la porta. Il tiro, però, è troppo centrale e non crea problemi ad Audero.

MARCATORI

40′ Ramirez, 50′ Mancosu, 75′ Ramirez

AMMONIZIONI

Paz, Augello, Mancosu, Thorsby, Bereszynski

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20