Seconda giornata per i primi quattro gruppi. In campo anche l’Italia. Andiamo a vedere cosa è successo e a scoprire le prime qualificate alla seconda fase ed i risultati di oggi.

Group A

Cina – Polonia 76 – 79 (d.t.s.)

Servono i supplementari per trovare un vincitore tra la Cina e la Polonia e alla fine a soccombere sono i padroni di casa. A decidere il match, in equilibrio fino agli ultimi secondi, saranno i liberi, soprattutto quelli sbagliati da parte dei cinesi che non hanno trovato la freddezza necessaria per raggiungere la seconda vittoria. Per la Polonia, importanti prestazioni di Ponitka (25pt e 9rim) e di Slaughter (22pt). Per la Cina, inutile la prova di Yi che mette a referto 24 punti e 8 rimbalzi.

Venezuela – Costa d’Avorio 87 – 71

Sarà il primo tempo a decidere le sorti della partita, con un Venezuela già caldo all’ingresso in campo e capace di costruire un solco di 17 punti che la Costa d’Avorio non riuscirà più a recuperare. Sugli scudi Guillent (26pt e 7ast), ben supportato da Zamora (14pt). Per la Costa d’Avorio, bene Ibouo (4/7 3PT) e Thompson (15pt)

  • Polonia 4 pt
  • Cina 3
  • Venezuela 3
  • Costa d’Avorio 2

Group B

Argentina – Nigeria 91 – 84

Su tutti, Luis Scola che, con i 23 punti (10 rimbalzi) di oggi, diventa il secondo miglior realizzatore di sempre nelle competizioni mondiali. Un giusto tributo ad un giocatore intramontabile. Oltre a lui, per gli argentini, 17 punti di Garino e l’ottima prova di Campasso (14pt, 4rim e 8ast). La Nigeria lotta e soffre, ma resiste solo un tempo. In una squadra dove i giocatori mettono da parte le individualità per cercare un risultato vincente, a spiccare sono i numeri di Okogie (18pt e 5ast)

Russia – Corea del Sud 87 – 73

Soffrono più del previsto i russi per avere la meglio dei coreani, quantomeno fino alla pausa lunga. Al rientro dagli spogliatoi, il divario per gli europei aumenta progressivamente spegnendo le velleità degli asiatici. Quattro uomini in doppia cifra per la Russia, con Vorontsevich e Fridzone che segnano 13 punti a testa, seguiti da un’altra coppia, quella formata da Kolagin e Zubkov. Degna di menzione la prestazione di Kurbanov (9ast, 7rim e 8pt). Per la Corea, solite prestazioni di Ra (19pt e 10rim) e di Lee D. (17pt).

  • Argentina 4
  • Russia 4
  • Nigeria 2
  • Corea del Sud 2

Group C

Spagna – Porto Rico 73 – 63

Sono avversari ostici i portoricani per gli spagnoli che riescono ad avere la meglio grazie ad un terzo quarto che si rivelerà poi decisivo (21-10). Per gli iberici, 19 punti e 7 rimbalzi per Marc Gasol e 17 punti di Rubio (8rim e 4ast). Il Portorico mette in evidenza il collettivo e dal referto i più produttivi sono stati Clavell (13pt, 5rim e 4ast) e Browne (11pt, 4rim e ast)

Tunisia – Iran 79 – 67

Vittoria importantissima per la Tunisia che, trascinata da Mejri (22pt, 15rim e 5 stoppate) avrà la possibilità di giocarsi tutto nella sfida diretta contro Portorico. Oltre a Mejri, molto bene anche Romdhane (6rim e 5ast) e Roll (4rim e 5ast). Per l’Iran da segnalare le ottime prestazioni di Geramipoor (18pt e 8rim) e di Haddadi (13pt, 11rim e 8ast)

  • Spagna 4pt
  • Puerto Rico 3
  • Tunisia 3
  • Iran 2

Group D

Italia – Angola 92 – 61

Un’ottima Italia, non per la vittoria, non per il punteggio ma l’atteggiamento che gli azzurri hanno messo in campo. Sopra di venti ed oltre, si è continuato a difendere come si fosse punto a punto, segno di una mentalità “da Mondiale” acquisita e fatta propria. Gli angolani la buttano sul fisico, picchiando come fabbri ma la squadra di Sacchetti non si tira indietro ed accetta la sfida senza cadere nel tranello delle provocazioni, a parte l’episodio a 16″ dalla fine che ha coinvolto Gentile. Come è normale che sia, dal +30 in poi nel terzo quarto, la tensione si allenta e, pur mantendo il minimo sindacale di concentrazione, le difese si allargano permettendo allo spettacolo di prendere il proprio spazio

Difficile trovare indicazione importanti sui singoli ma una menzione indubbiamente la meritano Belinelli (17pt in 20′) per lo score personale e Brooks (11pt e 11rim) per la crescita in termini di sostanza e carattere che si concretizza con una doppia doppia. In doppia cifra anche Hackett, Abass (entrambi con 11pt) e Tessitori (10pt)

Serbia – Filippine 126 – 67

Passeggia la Serbia sulle Filippine che può permettersi di dare ampio minutaggio a tutto il roster e di non affaticarsi troppo. Bjelica è in versione cecchino con il 100% al tiro (20pt, 4/4 2PT, 3/3 3PT e 3/3 FG). Bogdanovic segna 17 punti e Jokic si ferma a 11 con 7 rimbalzi ed altrettanti assist. Per le Filippine, discreta prova di Perez (16pt) e di Dalistan (15pt)

  • Serbia 4pt
  • Italia 4
  • Angola 2
  • Filippine 2
Gli Azzurri strappano il pass per la seconda fase del Mondiale
Con la vittoria di oggi, l’Italia si qualifica alla seconda fase

Regolamento : si qualificano alla seconda fase le prime due di ogni girone. In caso di arrivo a pari punti sarà la differenza canestri a decidere chi passerà il turno. Per ogni vittoria vengono assegnati 2 punti ed 1 punto per la sconfitta. In grassetto le squadre già matematicamente qualificate al secondo turno.

Per leggere delle giornate precedenti:

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.