La tripla doppia di Lebron James trascina i Lakers alla vittoria

I Lakers espugnano l’Anway Center di Orlando. I Clippers vincono in Canada. Houston piega Cleveland. Milwaukee vince la 16esima di fila senza Giannis

Western Conference

LEBRON JAMES

Vittoria esterna per i Los Angeles Lakers. All’Anway Center di Orlando i gialloviola battono i Magic 87-96, volando in classifica a 22 vittorie e 3 sconfitte. Lakers che dilagano nel primo quarto (26-9), con Orlando che riduce le distanze nel secondo (29-25). Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa reagiscono, chiudendo il terzo periodo 27-18 e riaprendo il match

Ma a chiuderlo sono i Lakers, che nel quarto periodo controllano la partita (27-22) e la portano a casa. Lebron James si prende la scena realizzando una tripla doppia da 25 punti, 10 assist e 11 rimbalzi. Doppia doppia per Anthony Davis (16 punti e 12 rimbalzi) mentre Orlando si affida alla doppia doppia di Aaron Gordon (14 punti e 14 rimbalzi)

Successo anche per l’altra squadra di Los Angeles, i Clippers. All’Air Canada Centre di Toronto, i losangelini superano nettamente i padroni di casa (92-112), toccando quota 19 vittorie stagionali. Partono forte i canadesi, che prevalgono nel primo quarto (32-27). Ma i californiani ribaltano il match già nel secondo periodo (37-14) con un Lou Williams da 13 punti in 12 minuti

Manca la reazione di Toronto nel secondo tempo, con i canadesi che non riescono a riavvicinare i Clippers (25-24 il 3° quarto, 21-24 il 4°). Kawhi Leonard dimostra di non sentire la pressione al suo ritorno in Canada. L’ex Spurs e Raptors piazza 23 punti decisivi per il successo dei Clippers. 18 punti per Lou Williams. Solo 13 per Paul George, mentre vanno in doppia cifra Harkless, Beverley, Harrel e Patterson

Gli Houston Rockets espugnano la Quicken Loans Arena, piegando i Cleveland Cavaliers (116-110). Texani avanti nel primo quarto (35-29), ma i Cavs reggono l’urto nel secondo (28-29). Nel secondo tempo le due franchigie si equivalgono (25-24 il 3° quarto, 28-28 il 4°) ma a spuntarla sono i Rockets

James Harden è protagonista dell’ennesima impressionante prestazione individuale. Il Barba mette a referto contro Cleveland 55 punti. Doppia doppia per Clint Capela (10 punti e 13 rimbalzi). 23 punti per Russell Westbrook, mentre Kevin Porter Jr (23 punti) tiene a galla i Cavaliers

Successi ad ovest anche per Utah Jazz, Sacramento Kings e Memphis Grizzlies. La franchigia dello stato dei Mormoni espugna il Target Center di Minneapolis, battendo i Timberwolves 127-116. I californiani sfruttano il fattore campo, superando i Thunder di misura (94-93). La franchigia del Tennesse va a Phoenix e batte a sorpresa i Suns (108-115)

Eastern Conference

ERIC BLEDSOE

Senza Giannis Milwaukee…continua a vincere. Nonostante l’assenza del fenomeno greco, i Bucks infilano la 16esima vittoria consecutiva (la 22esima stagionale), e questa volta a cadere sotto i colpi della franchigia del Wisconsin sono i New Orleans Pelicans. Bucks che fanno valere il fattore campo già nel primo quarto (35-20), completando un gran primo tempo con il 34-26 del secondo periodo

Sotto di 23 punti, i Pelicans giocano un gran terzo quarto (40-36) ma senza impensierire i padroni di casa, che nel finale controllano la reazione di New Orleans (26-22). Eric Bledsoe si prende il ruolo di primo violino, e in assenza di Antetokounmpo è lui a dettare il ritmo dell’orchestra Bucks. Sono 29 i punti del 30enne di Birmingham, Alabama. 24 punti per Khris Middleton, mentre J.J Redick si prende sule spalle i Pelicans (31 punti)

Vincono ad est anche Chicago Bulls, Charlotte Hornets, New York Knicks e Indiana Pacers. I Bulls piegano allo United Center gli Atlanta Hawks (136-102). Charlotte vince di misura a Brooklyn (113-108). I newyorkesi si impongono al Chase Center di San Francisco contro i Warriors (124-122) mentre i Pacers battono a sorpresa i Boston Celtics (122-117)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20