Trattative che potrebbero sbloccarsi: Aaron Rodgers

Mancano poche ore al Super Bowl LV e alla conclusione della stagione di NFL 2020. Durante la notte di sabato, sono stati annunciati i vincitori dei premi della campagna di quest’anno, tra cui quello di Most Valuable Player of the Year. È Aaron Rodgers ad aggiudicarsi il premio di MVP 2020, in seguito all’incredibile stagione disputata alla guida dell’attacco di Green Bay. Il quarterback dei Packers ha ricevuto 44 voti, piazzandosi davanti a Josh Allen dei Buffalo Bills e a Patrick Mahomes dei Kansas City Chiefs.

Rodgers MVP 2020: quanti titoli ha già vinto il quarterback?

Con quello di quest’anno, Aaron Rodgers ha vinto tre titoli di MVP. Il primo titolo arriva al termine della stagione 2011, quando aiuta i suoi Packers a partire con un 13-0, in regular season. Il secondo arriva nel 2014, l’anno in cui Rodgers raggiunge quota 200 touchdown passes in NFL.

Nella regular season 2020, Rodgers raggiunge i 400 touchdown da professionista. In stagione, registra 4,299 yard lanciate e 48 touchdown passes, il doppio di quelli segnati nella stagione passata. Il quarterback ha dato un contributo fondamentale alla stagione da 13-3 dei Packers, che è valsa il primo slot dei playoff della NFC e la vittoria del titolo di divisione. Aaron Rodgers conquista, così, il suo terzo MVP e dimostra di essere ancora uno dei migliori quarterback della NFL.

Gli altri premi del 2020

I rookies dell’anno

Justin Herbert e Chase Young si aggiudicano il premio di Offensive Rookie of the Year e Defensive Rookie of the Year. Dal momento del suo esordio in Week 2, il rookie quarterback dei Chargers ha dimostrato tutte le sue qualità, migliorando partita dopo partita. La regular season 2020 di Herbert si è chiusa con 4.336 passing yards e 31 touchdown passes, che è anche il nuovo rookie record della lega. Grazie a questi numeri, Herbert conquista 41 voti, sui 50 disponibili, e si aggiudica il premio come OROY.

Chase Young, nel corso della stagione 2020, ha decisamente alzato il livello del gioco difensivo di Washington. Il defensive end del Football Team ha rispettato le aspettative di inizio stagione, e, con 42,5 voti, si è aggiudicato il premio di DROY. Young ha chiuso la regular season con 7,5 sacks, 44 tackles, 4 fumble forzati, 3 recuperi di palla su fumble e un touchdown. Con questi numeri, la seconda scelta assoluta al draft 2020 si è guadagnata la convocazione al Pro Bowl 2021 e il titolo di rookie difensivo dell’anno.

OPOY e DPOY

Derrick Henry e Aaron Donald sono, rispettivamente, l’Offensive Player of the Year e il Defensive Player of the Year. Il running back dei Titans si è dimostrato, ancora una volta, un elemento essenziale nell’attacco di Tennessee e un vero incubo per tutte le difese. Henry guadagna il premio di OPOY grazie a una stagione da 2.027 rushing yards e 17 touchdown.

Al termine di una serrata corsa, contro il linebacker degli Steelers T.J Watt, Aaron Donald si aggiudica il premio di difensore dell’anno, con 27 voti. Anche quest’anno, il defensive lineman dei Rams ha fatto la differenza, nella difesa di Los Angeles. Al termine di una stagione da 76 pressioni portate sui quarterback e 13,5 sacks, Donald conquista il terzo DPOY della sua carriera.

Il coach dell’anno e gli altri riconoscimenti

L’Head Coach dei Cleveland Browns Kevin Stefanski è l’NFL Coach of the Year. Nella sua prima stagione come capo allenatore di Cleveland, Stefanski riporta i Browns ai playoff e rivoluziona il gioco della squadra. Sotto la sua guida, il quarterback Baker Mayfield compie notevoli miglioramenti e il tandem di running back Chubb-Hunt si rivela una combinazione vincente.

Nella notte, sono stati assegnati anche il premio per il Comeback Player of the Year e il Walter Payton Man of the Year. Il primo è andato al quarterback di Washington Alex Smith, tornato in campo a due anni di distanza dal grave infortunio, che ha rischiato di mettere fine alla sua carriera. Smith ha dato un enorme contributo alla corsa ai playoff di Washington e alla conquista del titolo di NFC East. Il secondo premio, se lo aggiudica il quarterback di Seattle Russell Wilson, per il suo impegno verso la comunità. Wilson si è impegnato molto nella lotta contro il COVID-19, in particolare aiutando a fornire cibo a tutte le persone bisognose, tramite la sua iniziativa Meals Up e una donazione di 1 milione di dollari a Feeding America.

La NFL ha, inoltre, reso noti i nomi dei nuovi giocatori inseriti nella Hall of Fame. La classe del 2021 comprende l’offensive lineman Alan Faneca, l’Head Coach Tom Flores, il wide receiver Calvin Johnson, il safety John Lynch, il quarterback Peyton Manning, lo scout Bill Nunn, il wide receiver Drew Pearson e il defensive back Charles Woodson.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20