Amari Rodgers

Alcuni giocatori si distinguono, per le loro grandi abilità, non appena mettono piede al college. Per altri, la strada che porta verso la NFL non è sempre tutta in discesa, ma con il tempo riescono a dare prova della loro qualità. Questo è proprio il caso di Amari Rodgers. Il wide receiver di Clemson, dopo essere stato uno dei migliori profili nella classe del 2017, ci ha messo un po’ di tempo per emergere nella NCAA e arrivare a farsi notare dagli scout della NFL.

Chi è Amari Rodgers?

Amari Rodgers gioca come wide receiver nella squadra della Knoxville Catholic High School, dove stupisce tutti con la sua velocità e il suo talento. Le sue notevoli qualità gli fruttano la valutazione di quattro stelle, un posto nella top 75 dei migliori giocatori della classe del 2017 e la 12a posizione nel ranking dei migliori ricevitori del paese. Alabama, LSU, Florida e USC si fanno avanti per lui, e, in un primo momento, Rodgers pare intenzionato ad andare in California. Successivamente, cambia la propria decisione e opta per andare a Clemson.

Nel 2017, la concorrenza nel ruolo di wide receiver è parecchio agguerrita. I Tigers vantano giocatori del calibro di Deon Cain, Ray-Ray McCloud e Hunter Renfrow. Oltre a loro, anche l’arrivo del rookie Tee Higgins potrebbe complicare le cose per Rodgers. Il ragazzo proveniente dal Tennessee riesce, comunque, a ritagliarsi un po’ di spazio tra 2017 e 2018, ma non è la prima scelta del coach Dabo Swinney. La sua grande occasione potrebbe arrivare nel 2019, ma l’infortunio subito, durante la preparazione primaverile, rischia di tenerlo fuori per un po’. Recupera in tempo record e riesce a scendere in campo nel 2019, ma non ottiene gli stessi risultati della stagione precedente. Tra dubbi e incertezze sulla sua reale condizione, Rodgers, nel 2020, diventa l’arma principale dell’attacco di Clemson. Sviluppa un grande intesa con il quarterback Trevor Lawrence e gioca la sua migliore stagione al college.

Numeri alla mano

Amari Rodgers chiude la sua prima stagione ai Tigers con 19 ricezioni, per 123 yards. Nel 2018, le yard ricevute salgono a 575 e il wide receiver del Tennessee trova anche i suoi primi 4 touchdown. L’anno successivo, il numero dei touchdown rimane invariato, mentre quello di yard totalizzate scende a 426. La sua stagione migliore resta quella del 2020. Rodgers, infatti, registra 77 ricezioni, per 1.020 yards, e 7 touchdown.

Nonostante l’infortunio e il brevissimo recupero, la velocità di Rodgers è rimasta invariata, così come la sua capacità di cambiare passo e direzione. Non è un ricevitore molto alto, ma il suo fisico robusto gli permette di avere un buon equilibrio e resistere ai contrasti degli avversari. Questa sua caratteristica si rivela fondamentale per guadagnare yards after catch.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20