fbpx
Settembre18 , 2021

Ducati-VR46 interessata a Maverick Vinales

Related

Yamaha si prepara per lo sbarco in Moto2

Sottotraccia, i costruttori stanno tornando nella classe media del...

Superbike Barcellona: Sykes distrugge tutti in Superpole

Tra i due litiganti, il terzo gode. Con uno...

Nizza-Monaco: pronostico e possibili formazioni

L'Allianz Riviera ospita domenica 19 settembre un attesissimo Derby...

Belenenses-Gil Vicente: pronostico e possibili formazioni

Cercando di risalire dal fondo della classifica, il Belenenses...

Real Sociedad-Siviglia: pronostico e probabili formazioni

La Real Sociedad e il Siviglia si affronteranno domenica...

Share

Quella di Aprilia sembrerebbe non essere l’unica pista che porta in Italia per Maverick Vinales; la fine anticipata del rapporto con Yamaha sta incendiando il mercato e il nuovo sodalizio VR46-Ducati sembra fortemente interessato al pilota spagnolo. I 4 anni di stretta convivenza con Valentino e lo storico interesse di Ducati per Maverick potranno bastare?

Doppia pista italiana per Vinales

E pensare che con la griglia quasi completa c’era sicuramente qualche direttore che aveva programmato le vacanze durante la pausa estiva della MotoGP. La bomba esplosa ad Assen ha rimescolato tutte le carte in tavola ed ora il mercato piloti è più vivo che mai. L’addio di Vinales a Yamaha per le insormontabili divergenze accumulatesi negli anni ha fatto del pilota nativo di Figueres il pezzo pregiato del mercato 2021. In questa pazza estate sembra proprio che le case nostrane vogliano sferrare il colpo accaparrandosi il talento spagnolo. Se Aprilia sembra essere stata la prima a muoversi con un contratto ufficiale e con dichiarazioni al miele di Rivola e del pilota Aleix Espargaro, anche Ducati insieme al team VR46 pare stia facendo più di un pensierino su Maverick Vinales. In effetti di selle libere a parte quelle in casa Yamaha, dove evidentemente Vinales non tornerà, è ovvio, ce ne sono ben poche considerato che questo periodo solitamente è quello dei ritocchi finali. Invece parlando di Vinales si deve considerare la portata di un pilota del suo calibro che sicuramente è alla ricerca di un team che lo assecondi in tutto e per tutto.


Ufficiale! Addio a fine stagione tra Yamaha e Vinales


Perché Vinales potrebbe scegliere Aprilia

Proviamo allora ad immedesimarci in Maverick valutando le due offerte sul piatto. Partiamo da Aprilia. La casa di Noale è “l’ultima arrivata” nella MotoGP moderna. Lo scotto da pagare è stato anni di buio in fondo alla classifica. Il lavoro dei ragazzi al box e dei piloti però inizia a portare i suoi frutti. Aleix Espargaro è costantemente con i migliori e se in qualifica c’è da limare solo qualche decimino in gara nel 2021 Aprilia arriva costantemente a meno di 6/7 secondi dal leader. La crescita è evidente. Non va sottovalutato poi il lavoro che sta svolgendo Andrea Dovizioso dietro le quinte. Il Dovi è un espertissimo conoscitore delle MotoGP moderne e un rinomato sviluppatore; non a caso Ducati oggi è nella top 2 dei costruttori. La voglia del forlivese di tornare stabilmente in pista però non sembra eccessiva e Aprilia deve cautelarsi per non dover ricorrere al piano C come accaduto quest’anno con Lorenzo Savadori. L’amicizia e la profonda stima reciproca tra Aleix e Maverick poi potrebbe essere la pedina decisiva per far propendere Vinales per Aprilia. La sensazione che arriva dall’esterno è che Maverick abbia bisogno di un gruppo di lavoro che lo faccia sentire costantemente a suo agio e dove possa lavorare con serenità anche quando le cose non vanno per il verso giusto. Questo posto sembra proprio essere Aprilia.

Perché Vinales potrebbe scegliere Ducati-VR46

Maverick è cresciuto come pilota nel box affianco a quello di Valentino Rossi. Per quante illazioni sono state fatte negli anni riguardo la pressione psicologica messa dal Dottore sullo spagnolo la realtà dei fatti ha poi dimostrato che il problema di Vinales in Yamaha non era Rossi. Chissà che invece tra Maverick e Valentino nel corso di 4 anni non possa essersi creato un rapporto confidenziale oltre alla sicura stima reciproca. Per un pilota di questa generazione poi una parola di Valentino vale come 100 di qualsiasi altra persona. Ducati invece riuscirebbe ad accaparrarsi un pilota che insegue da tanto tempo. Già nel 2020 quando Maverick firmò il rinnovo biennale con Yamaha erano fortissime le voci di un interesse forte e concreto della casa di Borgo Panigale. Vero è che l’offerta non collocherebbe Maverick nel box ufficiale. Vedendo il percorso di Zarco in Ducati però c’è da stare certi che a Maverick verrà messo a disposizione il meglio dalla casa madre. Ecco perché un approdo di Vinales nel team VR46 non è così improbabile.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20