Tripla doppia all'esordio per il greco

I losangelini espugnano il Chase Center, rifilando una pesante sconfitta a Curry e compagni. Giannis va in tripla doppia e trascina i Bucks

Golden State Warriors-Los Angeles Clippers 122-141

LOU WILLIAMS

I Los Angeles Clippers bissano il successo dell’esordio, nel derby con i Lakers, e vanno ad espugnare il nuovissimo Chase Center di San Francisco, la nuova casa dei Golden State Warriors. Per i ragazzi della Baia è uno smacco (la peggior sconfitta nella storia subita in una nuova arena)

Partenza subito in salita per i padroni di casa, che subiscono un parziale da 35-29, nonostante sia D’Angelo Russell che Stephen Curry mettano a referto 10 punti. Manca la reazione dei Warriors nel secondo quarto, che termina 30-25 per i losangelini, che vanno al riposo sul +11

Ma è nel terzo quarto che i Clippers dilagano. Salgono in cattedra Kawhi Leonard e Landry Shamet, che segnano rispettivamente 10 e 11 punti, permettendo agli ospiti di terminare il terzo parziale sul 46-33, e chiudendo in anticipo la contesa. Nel finale i Warriors si tolgono la soddisfazione di prendersi il quarto periodo (35-30), ma il tabellone mostra un pesantissimo 122-141

MVP: Lou Williams (22 punti, 8 assist e 3 rimbalzi)

Houston Rockets-Milwaukee Bucks 111-117

GIANNIS ANTETOKOUNMPO

Esordio da sogno per Giannis Antetokounmpo e per i Milwaukee Bucks. Il greco è autore di una prestazione da record (primo giocatore nella storia dei Bucks ad esordire con una tripla doppia) che mette a sedere il duo James Harden-Russell Westbrook

Partono meglio i padroni di casa, che chiudono in vantaggio il primo quarto (30-23). I texani dilagano nel secondo quarto (36-27) e solo la sorprendente prestazione di Pat Connaugton (10 punti in 7 minuti) tiene a galla la franchigia del Wisconsin

Al rientro dagli spogliatoi i Bucks accorciano le distanze (28-21), con Giannis Antetokounmpo che mette a referto 12 punti 8 minuti. Si arriva quindi all’ultimo quarto con i Rockets sopra di 9 punti. Ma nei 12 minuti finali è Milwaukee a giocare meglio. Nonostante i 16 punti di Russell Wesbtrook nel quarto finale, a prevalere sono gli ospiti, trascinati dal duo Ilyasova-Lopez, autore di 20 punti complessivi

MVP: Giannis Antetokounmpo (30 punti, 13 rimbalzi e 11 assist)

Detroit Pistons-Atlanta Hawks 100-117

TRAE YOUNG

Partono bene anche gli Atlanta Hawks, che alla Little Caesars Arena di Detroit battono i Pistons con un sontuoso Trae Young da 38 punti. I padroni di casa, dopo aver superato all’esordio gli Indiana Pacers, perdono in casa la prima partita stagionale

Si parte subito forte, con il duello tra le due stelle di Hawks e Pistons, Trae Young (16 punti in 12 minuti) e Andre Drummond (12 punti in 9 minuti). Alla fine il parziale dice Haws 38, Pistons 32. Nel secondo quarto i padroni di casa prendono in mano le redini del match, allungando sugli Hawks grazie ad un parziale da 31-22 (nonostante Young vada ancora in doppia cifra)

Il secondo tempo però presenta due squadre molto diverse rispetto alla prima frazione. Gli Hawks dominano il terzo quarto, chiuso sul 31-18, e riaprono la partita. Nel finale manca la reazione dei Pistons, che soccombono pure nel quarto periodo (26-19)

MVP: Trae Young (38 punti, 9 assist e 7 rimbalzi)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.