33 punti dell'ex Celtics nel successo Nets a Portland

Brooklyn espugna il Moda Center nonostante Lillard metta a referto 60 punti. I Lakers fermano i Miami Heat. Milwaukee ko a Salt Lake City

Eastern Conference

KYRIE IRVING

Successo esterno per i Brooklyn Nets. I bianconeri espugnano il Moda Center (115-119), nonostante Damian Lillard metta a referto 60 punti. Dall’altra parte del campo, Kyrie Irving (33 punti) e Spencer Dinwiddie (34) trascinano Brooklyn al successo numero quattro in stagione

Decisivo è già il primo quarto, quando i Nets chiudono un parziale da 26-20 nonostante gli 11 punti di Damian Lillard, per poi mantenere il vantaggio nel resto della partita. Grande prova di Damian Lillard, autore di 60 dei 115 punti di Portland. Bene anche Hassan Whiteside (10 punti e 15 rimbalzi)

Ma i Nets non sono gli unici a strappare un successo in trasferta. I detentori dell’anello, i Toronto Raptors, espugnano lo Smoothie King Center di New Orleans (104-122), salgono a quota sei vittorie, e lo fanno trascinati da una prestazione monstre di Pascal Siakam (44 punti e 10 rimbalzi)

I canadesi dilagano nel secondo quarto, quando al termine di un parziale da 45-23, vanno al riposo sul +22. I Pelicans non reagiscono, e il match termina dunque a favore dei Raptors. Pelicans che si affidano a Brandon Ingram (27 punti), ma senza riuscire a impensierire Toronto

Cadono ad est i Milwaukee Bucks. La franchigia del Wisconsin cede sul campo degli Utah Jazz, a Salt Lake City (103-100) nonostante il tentativo di rimonta nel finale. Se infatti nel primo tempo i Jazz dominano quasi incontrastati (tanto da arrivare all’intervallo lungo sopra di 20 punti), nella ripresa Milwaukee va ad un passo dal ribaltare il risultato, ma senza riuscirci

Giannis Antetokounmpo conferma di essere in un grande stato di forma (30 punti e 13 rimbalzi), con Bledsoe e Middleton ancora sopra quota 20 punti. Vince Utah però, e lo fa con i 33 punti di Bojan Bogdanovic, in una serata in cui la stellina Donovan Mitchell si ferma a 19 realizzazioni

Western Conference

NIKOLA JOKIC

Vittoria preziosa per i Denver Nuggets, che dopo un match tiratissimo hanno la meglio sui Philadelphia 76ers (100-97). Match schizofrenico, con i Sixers che giocano meglio per tutto il primo tempo (chiuso in vantaggio di 15 punti) e con Denver che riduce il gap nel terzo quarto, per poi dominare il quarto (35-13) portando a casa il successo numero sei grazie ad un Nikola Jokic che negli ultimi 12 minuti infila 16 punti

Proprio il serbo è l’MVP del match con i suoi 26 punti e 10 rimbalzi. Doppia doppia raggiunta anche dal compagno Jamal Murray (22 punti e 11 assist), mentre per Philadelphia si salva solo Joel Embiid (19 punti e 12 rimbalzi)

I Los Angeles Lakers fermano il buon momento dei Miami Heat, mandandoli ko allo Staples Center (95-80). I californiani prendono le redini del match già nel primo tempo, poi nel terzo quarto portano l’allungo decisivo (30-20) con un Anthony Davis da 10 punti in 12 minuti

Davis che insieme a Lebron James realizza complessivamente 51 punti (26 per l’ex Pelicans, 25 per King James), mentre per Miami il migliore è Jimmy Butler (22 punti), con Kendrick Nunn che si ferma a 10, e Dragic che non supera i 20 (19 punti)

Le altre partite

KARL ANTHONY TOWNS

Minnesota manda ko i Golden State Warriors (125-119) con la doppia doppia di Karl Anthony Towns (20 punti e 14 rimbalzi). Cleveland espugna il Golden 1 Center di Washington (100-113). Grande prova dei New York Knicks, che escono vincitori dal confronto a Dallas contro i Mavericks (102-106)

Successi interni per Orlando Magic (118-86 contro Memphis) e Indiana Pacers (112-106 sui Detroit Pistons), mentre Sacramento batte a domicilio gli Atlanta Hawks (109-121)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.