fbpx
Settembre19 , 2021

UFC 259 – La notte di Jan Blachowicz e Amanda Nunes!

Related

Raiola avvisa la Juve: “De Light può andare via”

Parla poco, ma quando lo fa non è mai...

Roma partenza da grande ma occhio all’Hellas

Una Roma compatta che concede poco, verso la trasferta...

Barcellona vs Granada: pronostico e probabili formazioni

Il Barcellona cercherà di riprendersi dalla sconfitta di tre...

Lacazette: Juve e Milan si contendono il francese?

Si scalda il mercato intorno ad Alexandre Lacazette. L'...

Sorride Italiano, dopo Genoa-Fiorentina

Sorride Italiano, dopo la vittoria della sua Fiorentina sul...

Share

UFC 259 ha regalato molto sotto ogni punto di vista ai fan delle MMA di tutto il mondo. Jan Blachowicz riesce a difendere con successo la cintura dei pesi massimi leggeri contro Israel Adesanya. Nel secondo incontro per il titolo della serata, Amanda Nunes annienta Megan Anderson in due minuti, confermandosi assoluta dominatrice delle MMA femminili globali.

Mentre nel terzo incontro per il titolo della card, Petr Yan combina un disastro colpendo illegalmente Aljamain Sterling nel quarto round, consegnando così la sua cintura allo sfidante. Negli altri incontri impressionante la prova di Islam Makhachev, ottima la performance del redivivo Dominick Cruz e spettacolari i TKO di Uros Medic e Kennedy Nzechukwu nei preliminari avanzati.

Uno dei momenti più frenetici dell’incontro

Jan Blachowicz avrà il rispetto del mondo della UFC dopo questa vittoria?

Israel Adesanya perde la sua imbattibilità, in una fight molto tirata, per alcuni giornalisti molto incerta. Ma i cartellini dei giudici sono unanimi e inequivocabili nel dichiarare la sconfitta di Adesanya, Jan Blachowicz ha confermato di essere un grande combattente, intelligente e capace di giocarsela quasi alla pari nello striking, controun maestro come Israel. Nel complesso c’è stato un certo equilibrio in questo match, ma è il peso ad aver fatto la differenza.

Si è visto nei colpi significativi, si è visto negli ultimi due round quando Jan ha deciso di sfoderare l’arma dei takedown per mettere al sicuro l’incontro. La scelta di Adesanya di giocarsela solo sul suo elusivo footwork e i suoi low kick, stavolta non ha proprio pagato. La leggendaria potenza polacca di Blachowicz ha fatto la differenza soprattutto nell’ultimo round chiuso addirittura in monta, con una travolgente azione in ground and pound.

UFC 259 - Jan Blachowicz Vs Israel Adesanya
Un attacco di Jan Blachowicz Credit: UFC Europe via Twitter

Il combattimento è partito bene per Adesanya, per volume di colpi ma anche per una discreta propensione offensiva basata sulla convinzione di essere molto più agile del suo avversario. Però, il campione dei pesi medi si è dovuto ricredere molto presto di fronte alla pragmaticità, solidità e consistenza di un concentratissimo Jan. Quest’ultimo con una compostezza da campione si è giocato i primi tre round alla pari con Adesanya e poi ha cambiato marcia negli ultimi due proprio quando la fatica ha reso meno sfuggente Israel.

UFC 259 - Amanda Nunes
Amanda Nunes con sua figlia dopo la vittoria Credit: UFC Europe via Twitter

Amanda Nunes annulla Megan Anderson in pochi secondi

Cosa dire, le parole sono difficili da trovare. Dodicesima vittoria consecutiva per una leonessa incapace di perdere. Ormai si danno in pasto avversarie alla Nunes e Megan Anderson è stata davvero una preda, una esca, a cui Amanda non ha saputo resistere. In pochi istanti, appena i suoi artigli hanno colpito la Anderson, si è visto nel volto della sfidante la paura.

Il terrore di una gazzella che si trova di fronte ad una predatrice dalla quale sa di non avere scampo. Una volta portata a terra la Anderson, Amanda l’ha stritolata con un triangolo rovesciato che ha portato poi ad una leva al braccio dalla quale non c’era via di uscita. Non ci sono più avversarie per lei, forse Valentina Shevchenko, ma anche lei è stata sconfitta già due volte da Amanda Nunes.

I momenti successivi alla ginocchiata illegale di Petr Yan

Aljamain Sterling vince il titolo per la squalifica di Petr Yan

A questi livelli non ci si aspetta mai che un colpo illegale decida un match per il titolo, ma questo è quello che è successo. Nel quarto round con Sterling con un ginocchio ancora a terra, Petr Yan nella foga del momento, secondo Joe Rogan addirittura a causa di un consiglio errato dall’angolo, colpisce in piena testa di Aljamain con una ginocchiata devastante. Nonostante i tentativi di salvare l’incontro, chiaramente Sterling non può riprendere.

Così, la cintura è assegnata a Aljamain Sterling per la squalifica del campione Petr Yan. Un peccato, un grave errore, che non permette a Yan di concludere un incontro che stava andando nella sua direzione, dopo un primo round in cui era riuscito a domare l’aggressività di Sterling. Insomma, un combattimento che si stava candidando ad essere Fight of the Night è finito come ben pochi si sarebbero aspettati.

La rapidissima transizione di Islam Makhacev vicino a chiudere una leva al braccio

UFC 259 – Il resto della main card

Un match dominato in lungo e in largo da Islam Makhachev, una prestazione perfetta. Drew Dober annullato, la scuola dagestana con la sua tecnica basata sul sambo ha dato prova ancora una volta di essere imperante, se applicata alla lettera. Con una vittoria del genere, l’amico fraterno di Khabib Nurmagomedov, si è assicurato il rispetto dell’intera categoria e con ogni probabilità la possibilità di sfidare nel suo prossimo incontro, un fighter nella Top 5 del ranking dei pesi leggeri.

Ci si aspettava una tempesta marziale, invece la sfida tra Aleksandar Rakic e Thiago Santos è stata molto più tattica del previsto. Il rispetto reciproco tra questi straordinari KO artist è stato latente in tutti e tre i round. Rakic vince ai punti via decisione unanime. In effetti, l’austriaco più efficace nello striking e nel controllare il centro dell’ottagono si è guadagnato con questa prestazione molto matura ed intelligente la possibilità di giocarsela per il titolo dei pesi massimi leggeri nel prossimo futuro.

Una bellissima serie di scambi tra Dominick Cruz e Casey Kenney

UFC 259 – I preliminari

Dominick Cruz è un nome insolito da trovare in una preliminary card. Un ex campione dei pesi gallo considerato da molti uno dei migliori fighter mai visti nell’ottagono per la sua acuta intelligenza marziale. Una sfida quella contro Casey Kenney agguantata con i denti, con intelligenza, vinta via decisione non unanime. Dimostrando che nonostante gli anni che passano e i numerosi infortuni in carriera, rimane un combattente di livello straordinario.

Kai Kara France compagno di allenamento di Israel Adesanya riesce a far sua la sfida contro Rogerio Bontorin, dopo un inizio decisamente complicato. Un TKO con polemiche quello di France, in cui l’esitazione e probabilmente l’eccessiva fretta dell’arbitro hanno creato confusione alla fine dell’incontro. Invece, Kyler Phillips mette insieme una grandissima performance che gli permette di ribaltare i pronostici vincendo ai punti, contro un Song Yadong incapace di colpire l’evasivo e imprevedibile Phillips.

Purtroppo se da una parte abbiamo visto Dominick Cruz mostrare che la stoffa del campione c’è ancora, dall’altra abbiamo assistito alla terza sconfitta consecutiva di Joseph Benavidez. Il suo avversario Askar Askarov non gli ha dato tregua, controllando ogni suo tentativo di evadere dal gameplan del russo. Una nuova pesante sconfitta che lascia un nuovo segno nella psiche di un grande fighter come Benavidez, già traumatizzato da due pesanti finalizzazioni consecutive contro l’attuale campione dei pesi mosca Deiveson Figueiredo.

L’impressionante TKO di Kennedy Nzechukwu

I preliminari avanzati

Dei preliminari avanzati che non hanno assolutamente deluso. Su sei incontri, cinque si sono conclusi con una finalizzazione. Tanta tanta azione con tutti i fighter più attesi capaci di rispettare i pronostici. In particolare Uros Medic, Kennedy Nzechukwu e Sean Brady sono stati i tre combattenti che in modi diversi hanno regalato tre finalizzazioni assolutamente spettacolari, capaci veramente di aumentare l’hype per la main card.

L’unico incontro finito via decisione, è stato il combattimento tra Tim Elliott e Jordan Espinosa. Dove Elliott con il suo eclettico wrestling e la sua pressione asfissiante, ha schiacciato Jordan al tappeto, senza mai lasciargli spazio. In questo modo, Tim vince nettamente via decisione. Una vittoria meritata che forse lo farà accedere nuovamente alla parte bassa del ranking dei pesi mosca.

La sorprendente sottomissione di Sean Brady

UFC 259 – Tutti i risultati

UFC 259 – Main Card

  • Jan Blachowicz sconfigge Israel Adesanya via decisione unanime (49-46, 49-45, 49-45 – pesi massimi leggeri)
  • Amanda Nunes sconfigge Megan Anderson via sottomissione (armbar – primo round – pesi piuma)
  • Aljamain Sterling vince per squalifica di Petr Yan a causa di una ginocchiata illegale (quarto round – pesi gallo)
  • Islam Makhachev sconfigge Drew Dober via sottomissione (arm triangle – terzo round – pesi leggeri)
  • Aleksandar Rakic sconfigge Thiago Santos via decisione unanime (29-28, 29-28, 30-27 – pesi massimi leggeri)

UFC 259 – Preliminari

  • Dominick Cruz sconfigge Casey Kenney via decisione non unanime (29-28, 28-29, 30-27 – pesi gallo)
  • Kyler Phillips sconfigge Song Yadong via decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28 – pesi gallo)
  • Askar Askarov sconfigge Joseph Benavidez via decisione unanime (30-27, 30-27, 30-26 – pesi mosca)
  • Kai Kara-France sconfigge Rogerio Bontorin via TKO (primo round – pesi mosca)

UFC 259 – Preliminari Avanzati

  • Tim Elliot sconfigge Jordan Espinosa via decisione unanime (30-27, 30-27, 30-25 – pesi mosca)
  • Kennedy Nzechukwu sconfigge Carlos Ulberg via TKO (secondo round – pesi massimi leggeri)
  • Sean Brady sconfigge Jake Matthews via sottomissione (arm triangle – terzo round – pesi welter)
  • Amanda Lemos sconfigge Livinha Souza via TKO (primoround – pesi paglia)
  • Uros Medic sconfigge Aalon Cruz via TKO (primo round – pesi leggeri)
  • Trevin Jones sconfigge Mario Bautista via TKO (secondo round – pesi gallo)

Bonus:


Tutte le ultime news della UFC

Il meglio di Febbraio 2021 in UFC

UFC fight Night 186 – Ciryl Gane vince con il minimo sforzo!


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20