Cupido esiste… e scaglia le frecce col sorriso


Abhishek Thaware nel gesto di un campione

Impeccabile nel suo essere un campione…mente, corpo e anima in un gesto semplice e pulito. Parliamo di Abhishek Thaware, l’uomo disabile che ha fatto di questa mancanza il suo punto di forza e dei denti le sue braccia.

Abhishek, l’atleta che scaglia le frecce coi denti, non si è mai dato per vinto: il desidero di realizzare i propri sogni gli ha dato il coraggio di sfidare ogni tipo di ostacolo che la vita gli ha presentato e lo ha trasformato nella persona che è ora.

Thaware perse l’uso dell’arto superiore destro all’età di un anno, per via di un errore medico: in seguito ad una brutta influenza, per curare la febbre, gli venne somministrato un farmaco che infettò gravemente la mano destra.

Frequentò una scuola pubblica, dove emersero le notevoli doti sportive, soprattutto in atletica leggera, dove raggiunse grandi traguardi a livello provinciale e nazionale.


Abhishek Thaware sorride dei suoi successi

Il 2010 fu l’anno della svolta. Il campione indiano si ritrovò nuovamente a fare i conti con un impedimento fisico, un infortunio al ginocchio che lo costrinse ad abbandonare per sempre la corsa.

“Il mio più grande sogno? Una brillante carriera sportiva. Non importa quanto avrei dovuto lottare e quanto sarebbe stata dura. Sono andato incontro al mio destino e ho fatto in modo che accadesse! Inizialmente non è stato facile…correvo come para-atleta da circa dieci anni e da un giorno all’altro mi sono trovato, per così dire a piedi!” scherza Abhi.

“La prova vera e propria è stata quella dell’accettazione: smettere, voltare pagina e andare avanti. Continuavo a sperare e sono stato ripagato di tutto quando, col sorriso, letteralmente parlando, ho scagliato la mia prima freccia…un’emozione indescrivibile!!!”

Per Abhishek Thaware le sfide non finiscono mai. Come un vero guerriero le affronta una ad una, dritto e sicuro verso il suo unico, vero, grande obiettivo: le Paralimpiadi di Tokio 2020.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.