Beer Yoga

Proprio così… avete capito bene… non sto scherzando: BEER YOGA! Questa nuova tendenza ci è stata tramandata dei nostri amici australiani! Si tratta di una pratica molto stimolante per tutti coloro che necessitano per così dire di un piccolo incentivo. Questa originalissima combo di alcool e attività fisica sembra avere origine dalle comunità hipster di Berlino,anche se, al momento, è praticata maggiormente
negli Stati Uniti.

Qual’è punto di forza di questa disciplina? Gli ideatori sostengono la profonda convinzione che lʼunione dei due piaceri, corpo e mente,possa portare lʼuomo a raggiungere uno stato di benessere generale. Ma di cosa si tratta?


I praticanti del Beer Yoga si cimentano nelle tipiche posizioni dello yoga,utilizzando una bottiglia di birra. Ad esempio viene utilizzata per allungare la schiena portandola con le braccia lontano dal corpo, oppure,per migliorare lʼequilibrio,posizionandola sulla testa. Questa nuova pratica ha unʼefficacia maggiore rispetto allo yoga convenzionale, grazie allo stato di rilassamento e leggerezza tipico dellʼassunzione di qualche sorso di birra.Il mix di “meditazione al luppolo” è reso ancora più suggestivo da unʼatmosfera soffusa da pub.

Gli ideatori del Beer Yoga rivelano come l’idea sia nata dal’unione di unire due grandi piaceri. “E’ i matrimonio tra due grandi amori: quello per la birra e quello per lo yoga. Entrambi, da secoli, vengono utilizzati come terapia per corpo, mente e spirito.”

Il beer yoga non va preso con leggerezza e non deve essere considerato come l’ennesima occasione per bere alcolici, sottolinea il fondatore Jhula. “Il Beer Yoga è divertente ma non è uno scherzo. Prendiamo le filosofie dello yoga e le abbiniamo al piacere di bere birra, per raggiungere i più alti livelli di consapevolezza.”

Lontano dai canoni del fitness, il Beer Yoga in Italia non sembra aver ancora preso piede in grande misura, ma a livello mondiale vanta di un numero sempre maggiore di follower!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20