yoga

In questo articolo ci tengo ad introdurre una disciplina semplice e complessa: lo yoga.
Per praticare yoga in casa, per fortuna, servono pochissime attrezzature. Nella stragrande maggioranza degli esercizi che lo caratterizzano è sufficiente un semplice asciugamano.

Analogamente ad altre discipline del benessere, lo yoga comprende una vasta gamma di metodi. Analizzandone uno ad uno i principali, avremo la possibilità di capire quale di questi si adatta meglio al nostro corpo ed alle nostre esigenze.

1) VINYASA YOGA

Vinyasa è uno dei metodi più popolari e molti di voi lo avranno già provato almeno una volta. I livelli di abilità e flessibilità in questo stile non sono così importanti come si potrebbe pensare. Quello che conta invece è saper collegare con fluidità una serie di esercizi mirati ad aumentare forza, elasticità e resistenza.

2) YIN YOGA

Nello Yin yoga ci sono meno posture su cui lavorare, specialmente se al confronto col Vinyasa. La tenuta della posizione è più lunga e prevede una sorta di stato di meditazione. E’ la pratica perfetta per chi non solleva pesi.
Jessica Skye, Nike Yoga Trainer, è d’accordo.
“Sollevare pesi riduce di gran lunga la flessibilità. Può essere molto yang, quindi dev’essere bilanciato. L’aumento della massa muscolare porta ad una limitazione del ROM ( Range Of Motion ) e lo yin yoga, lavorando sulle fasce muscolari più profonde, da equilibrio al tutto.

3) BIKRAM YOGA

Tre parole: “caldo, pesante e sudato!” Questo metodo si differenzia da tutti gli altri perché lavora a 37 °C. E’ consigliato bere tanta acqua e non lasciarsi scoraggiare da un iniziale senso di nausea. Il bikram yoga si basa su 26 differenti “hatha asana” e una serie di tecniche di respirazione.

4) HATHA YOGA

Hatha yoga è la madre di tutto lo yoga. E’ una pratica costituita da esercizi svolti in modo lento e graduale, mirati a lavorare su tutto il corpo, senza torturarlo.
In questa disciplina si lavora su pranayama ( tecniche di respirazione ), dhyama ( meditazione ) e asana ( posture ).

5) IYENGAR YOGA

Eseguito con l’ausilio di accessori, lo yoga Iyengar è l’ideale per chi proviene da un infortunio. Blocchi, cinture, pareti e sedie sono parte integrante nelle asana, finalizzate a creare un flusso di movimento mirato alla riabilitazione.

Abbiamo illustrato le tecniche principali dello yoga e vantaggi e svantaggi correlati ad ognuna di esse.
Nel prossimo articolo parleremo dei benefici di questa disciplina.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20