Alla vigilia della Week 7 di NFL soltanto tre squadre sono ancora imbattute e due di loro si sfideranno in un emozionante face to face, durante la prossima settimana di gare. Seattle, in bye week all’ultima settimana, sarà impegnata nella sfida di conference contro i Cardinals. Le altre due ancora imbattute, Steelers e Titans, si affronteranno nel turno delle 18:00 di domenica. Dopo le due prestazioni decisive contro Buffalo e Houston, Derrick Henry è chiamato a superare la difesa di Pittsburgh.

Riuscirà Henry a superare la difesa di Pittsburgh?

Anche contro Houston, l’apporto di Derrick Henry è stato decisivo per l’attacco di Tennessee. Dopo un inizio di stagione un po’ sottotono, il possente running back dei Titans sembra aver ritrovato l’eccellente forma della stagione passata. Nel match contro i Texans, oltre a conquistare pesanti yard, ha esaltato il pubblico con una corsa a touchdown di 94 yards, con cui ha seminato l’intero reparto difensivo avversario. Un momento in cui il running back da Yulee ha messo in mostra tutte le sue doti atletiche e la sua esplosività nello scatto.

Il prossimo ostacolo, per lui e i Titans, saranno gli imbattuti Pittsburgh Steelers e la loro solida difesa. In questi ultimi due impegni di campionato, Tennessee ha messo in mostra un grande attacco, in cui Henry sta tornando a essere uno dei protagonisti. Se, contro Pittsburgh, il numero 22 sarà ancora in questo stato di forma, le probabilità dei Titans di far breccia nella difesa degli Steelers aumentano.

Le difese in Week 6

Il muro degli Steelers

Sarà Pittsburgh il prossimo ostacolo da superare per Tannehill e compagni. L’attacco dei Titans si è dimostrato in gran forma, contro Bills e Texans, e lo scontro con la retroguardia degli Steelers sarà un ottimo test, per verificarne l’effettivo stato. Nel match contro i Browns, Pittsburgh ha alzato una vera e propria barricata, che non ha dato scampo all’attacco di Cleveland. La combo Dupree-Watt è stata letale per Mayfield, che ha trovato pochissimo spazio per innescare i suoi ricevitori, e per il subentrato Keenum. Non è da sottovalutare neanche il lavoro della secondaria, che ha chiuso molto bene le iniziative di Beckham, Landry e Hunt. Ad attendere l’attacco di Tennessee, in Week 7, c’è dunque un vero e proprio muro.

Dalton, esordio da titolare da incubo

L’esplosivo attacco di Dallas non ha avuto nessuna chance contro la difesa dei Cardinals. Dopo alcune prestazioni non impeccabili, la retroguardia di Kingsbury è tornata quella delle prime partite, rendendo un incubo l’esordio da titolare di Dalton e la partita di Ezekiel Elliott. Con blitz decisivi su Dalton e gli altri attaccanti di Dallas, la difesa dei Cardinals ha dato un apporto decisivo per la vittoria. Per Kingsbury sono segnali molto positivi, in vista della prossima gara contro gli imbattuti Seahawks.

Houston-Carson ci mette ancora lo zampino

Gli attacchi di Bears e Panthers hanno fatto molta difficoltà, merito di due difese molto ben organizzate e attente. Alla fine, a spuntarla è stata Chicago, con più episodi a suo favore e un’altra giocata decisiva del safety Houston-Carson. Il suo intercetto, sull’ultimo drive di Bridgewater, ha definitivamente chiuso la partita e spento le speranze di rimonta dei Panthers. Già reduce della deviazione decisiva nella vittoria contro Tampa, il safety da Woodford ha dato ancora una volta il suo prezioso contributo a Chicago.

San Francisco risistema la retroguardia

I 49ers non sbagliano il match di conference contro i Rams e sembrano aver risistemato alcune lacune difensive, viste contro Philadelphia e Miami. A San Francisco c’è ancora da lavorare per ritrovare quel reparto, che l’anno scorso ha dato un grande contributo alla corsa al Super Bowl. Contro Los Angeles, comunque, il reparto arretato ha dato buoni segnali a Kyle Shanahan. L’attacco dei Rams sa essere parecchio insidioso, ma i difensori dei Niner hanno giocato un’ottima partita e messo a segno interventi decisivi. Un gran peso, sul risultato finale, lo ha certamente avuto l’intercetto di Jason Verret su Goff, nella end zone di San Francisco. La conferma della ritrovata condizione, del reparto arretrato dei Niners, arriverà nel prossimo impegno contro i Patriots.

Atlanta ritrova Julio Jones

È stato un inizio parecchio difficile per i Falcons, con una sconfitta dopo l’altra e vittorie sfumate per un soffio. Contro gli spenti Vikings, però, Atlanta ha ricevuto segnali positivi da tutta la squadra, in un tipo di match che è sempre molto facile sbagliare. Al suo rientro dall’infortunio, un grande apporto alla vittoria lo ha dato Julio Jones. Con 137 receiving yards e 2 touchdown, Jones è subito tornato a essere il ricevitore principale dei lanci di Ryan. Con il suo uomo di punta ritrovato e un Todd Gurley in crescendo, l’attacco di Atlanta può veramente far male, in questa seconda parte di regular season.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20