UFC Fight Night 178 è una tra le più impressionanti Fight Night nella storia della UFC. A partire da un main event esplosivo tra il sempre più discusso Colby Covington (15-2) e Tyron Woodley (19-5-1) nei pesi welter. Passando per un co main che promette scintille tra Donald Cerrone (36-15) e Niko Price (14-4).

Come se non bastasse, sempre nella main card, vedremo se il treno dell’hype che sta trascinando Khamzat Chimaev (8-0), si schianterà o travolgerà anche Gerald Meerschaert (31-13).

L’evento sarà visibile in diretta su DAZN a partire dalle ore 2.00 di Domenica 20 Settembre.

La battaglia di Colby Covington contro Robbie Lawler

La resa dei conti…

Questi due non si amano. C’è una faida che dura da anni, fatta di animosità e verbosi tweet. Quindi non sarà solo una questione di ranking, ma anche personale, in particolare per Tyron Woodley. Forse, sarà questa la leva psicologica e motivazionale che lo sbloccherà, dopo due sconfitte consecutive che hanno minato la sua sicurezza. Chissà se questo extra push, lo farà tornare quell’esplosivo, quanto strategico, campione capace di dominare i pesi welter per anni.

Colby Covington non combatte da quasi un anno, dalla straordinaria contesa con Kamaru Usman. Colby è un personaggio discusso e discutibile, che sulla scia del patron della UFC Dana White, ha introdotto la politica nel palcoscenico più importante delle MMA a causa del suo stretto legame con l’attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Un atleta capace di attirare su di sé le inimicizie di molti, ma anche in grado nell’ottagono di produrre una aggressività fuori dal comune.

Rivedremo l’esplosività di Tyron Woodley?

Sarà proprio il ritmo, la pressione di Covington il più grande enigma da sciogliere per Tyron. Se sarà come visto spesso, in particolare nei suoi ultimi due incontri, troppo attendista potrebbe essere schiacciato dalla costante stretta di Colby, fatta da un gran volume di colpi e un wrestling soffocante. Woodley, ha i mezzi tecnici e il fisico per opporsi con successo a Covington, ma molto dipenderà dal suo approccio. Un incontro fondamentale per la rinascita di Tyron, un incontro per entrare nuovamente nella discussione per il titolo per Colby.

Donald Cerrone in uno dei suoi spettacolari KO

UFC Fight Night 178 – Il resto della card

Nel co main event vedremo Donald Cerrone sfidare Niko Price. Una fight in cui i tatticismi e le fasi di studio saranno pari a zero. Due che amano combattere, due che amano l’adrenalina. Cerrone ha tutto da perdere e molto da dimostrare, trovandosi in una serie di ben quattro sconfitte consecutive e al centro di voci su un suo possibile ritiro. Per Price la pressione non esiste. Nessuno dei suoi incontri in UFC è finito via decisione, kill or be killed è il suo mantra. Un’attitudine selvaggia che lo rende un difficile combattente da affrontare per chiunque.

L’altro incontro che ha su di sé gli occhi di mezzo mondo delle MMA è lo scontro tra Khamzat Chimaev e Gerald Meerschaert. Chimaev, considerato una sorta di Khabib Nurmagomedov 2.0 combatterà per la prima volta sul suolo americano, per giunta avendo già un’altra sfida prenotata contro Demian Maia.

Khamzat Chimaev debutterà sul suolo americano

Una situazione questa senza precedenti nella UFC, che fa apparire Gerald una sorta di agnello sacrificale in pasto al lupo svedese. Si combatterà nei medi, classe di appartenenza Meerschaert e attenzione al suo submission game, 23 delle sue 31 vittorie in MMA sono arrivate per sottomissione. L’upset, l’inatteso, sembra essere dietro l’angolo, starà a Chimaev dimostrare ancora una volta di essere capace di annientare chiunque nell’ottagono.

Nel resto della main card ci sono altri due incontri solo per cuori forti. Prima la sfida nei pesi massimi leggeri tra Johnny Walker (17-5) e Ryan Spann (18-5), poi l’interessantissima fight tra Darren Stewart (12-5) e Kevin Holland (18-5) nei pesi medi.

UFC Fight Night 178 - Mara Romero Borella
Mara Romero Borella ha l’ultima chance per splendere nella UFC

I preliminari

I preliminari se seguiranno l’andamento delle ultime due fight night, non saranno definitivi fino a poche ore dall’inizio dell’evento. Ad ogni modo, Mara Romero Borella (12-8) deve scrollarsi assolutamente la sconfitta di dosso. La sua avversaria la brasiliana Mayra Bueno Silva (6-1) ha già promesso spettacolo, promettendo una finalizzazione. Un match cruciale per la nostra portacolori, un dentro fuori nella UFC, dopo le ultime tre deludenti prestazioni.

Gli altri incontri vedono nuovamente l’emozionante Tyson Nam (19-11-1) provare a combattere dopo che il suo incontro la scorsa settimana era stato annullato. Ma anche Miguel Baeza (9-0) e David Dvorak (18-3) cercare di mantenere le loro impressionanti strisce vincenti.

UFC Fight Night 178 – La card completa

UFC Fight Night 178 – Main Card (live su DAZN e UFC Fight Pass a partire dalle ore 2.00 di Domenica 20 Settembre)

  • Colby Covington Vs Tyron Woodley
  • Donald Cerrone Vs Niko Price
  • Khamzat Chimaev Vs Gerald Meerschaert
  • Johnny Walker Vs Ryan Spann
  • Mackenzie Dern Vs Randa Markos
  • Kevin Holland Vs Darren Stewart

UFC Fight Night 178 – Preliminari (live su UFC Fight Pass a partire dalle ore 11.00 di Sabato 19 Settembre)

  • Miguel Baeza Vs Jeremiah Wells
  • Mayra Bueno Silva Vs Mara Romero Borella
  • Jordan Espinosa Vs David Dvorak
  • Jessica Rose Clark Vs Sarah Alpar
  • Journey Newson Vs Randy Costa
  • Andre Ewell Vs Irwin Vera
  • Darrick Minner Vs TJ Laramie
  • Tyson Nam Vs Jerome Rivera

Le ultimissime news della UFC

Nick Diaz torna a combattere nel 2021?


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20