https://sport.periodicodaily.com/wp-admin/post.php?post=36851&action=edit

Il calisthenics è una forma di allenamento costituita da una varietà di movimenti che coinvolgono grandi gruppi muscolari.
Questi esercizi, il più delle volte, sono eseguiti senza attrezzatura, utilizzando il peso del proprio corpo.
Il termine “calisthenics” deriva dal greco: “kallos” significa bello e “stenos” significa forza, intesa anche come coraggio e forza mentale.
Andiamo ora ad analizzare quelli che sono gli esercizi principali di questa affascinante disciplina.

MUSCLE-UP
Si tratta di una delle routine di base del calisthenics. E’ caratterizzato da una combinazione di pull-up, seguito da un tuffo. Può essere svolto su barre o anelli pull-up.

BOX JUMP
Partendo da una posizione accovacciata, il soggetto deve eseguire un salto pliometrico con l’obiettivo di raggiungere la massima altezza possiile.

FRONT LEVER
La front lever è caratterizzata dall’esecuzione di un pulldown laterale alla barra a braccia tese.
La difficoltà di questo esercizio sta nel portare il corpo completamente parallelo al suolo. Può essere eseguito su anelli e barra per trazione.

PUSH-UP
Il soggetto è prono, coi palmi delle mani contro il pavimento e sotto le spalle, mentre le dita dei piedi sono flesse e spingono contro il pavimento. Le braccia spingono per sollevare il corpo, che deve mantenersi in linea retta dalla testa al tallone. Le braccia sono completamente estese nella posizione più alta e quasi completamente flesse nel movimento opposto. Il corpo, durante l’esecuzione, non deve mai sfiorare il pavimento.
Questo esercizio è ottimale per l’allenamento di petto, spalle e tricipiti.

PULL-UP
Il soggetto deve afferrare una barra soprelevata a presa larga, per poi eseguire una trazione verso l’alto, finché il mento non ne raggiunge appunto l’altezza. La fase successiva prevede un lento ritorno alla posizione iniziale.
Questo esercizio allena principalmente i muscoli del dorso, della parte superiore della schiena e degli avambracci.

CHIN-UP
E’ simile al pull-up ma a presa inversa. I palmi delle mani sono rivolti verso il viso: questa variante è ottimale per l’allenamento dei bicipiti.

SQUAT
Il soggetto parte in posizione eretta, coi piedi posti in allineamento con le spalle. Nella fase successiva deve accovacciarsi il più possibile, portando le braccia in avanti, parallelamente al pavimento, per poi tornare in posizione eretta. Gli sqauts allenano i quadricipiti, i muscoli posteriori della cosca, i polpacci e i glutei.

BACK LEVER
E’ simile alla front lever, con la differenza che il corpo è rivolto verso il pavimento, parallelo al suolo.

Gli esercizi che abbiamo citato sono solo alcuni dei più importanti che caratterizzano questa disciplina. Nel prossimo articolo ne completeremo l’analisi. Intanto vi lascio questo video.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20